LA MORTE NON TI FA BELLA

La morte non ti fa per nulla bella, se implica la morte di esseri senzienti innocenti.

Ogni anno milioni di cani, conigli, scimmie, ratti, topi e altri animali sono confinati nelle gabbie dei laboratori europei, in attesa che esperimenti spesso dolorosi e crudeli possano terminare. A volte la parola fine arriva solo con la morte.

La sperimentazione animale causa incredibili sofferenze agli animali e il numero delle vittime fatica a diminuire. Si continua a sperimentare su animali per abitudine e mancanza di implementazione dei metodi alternativi da parte delle autorità.

Questi sono i veri motivi per cui si continua a testare su animali nonostante esistano le alternative.

Comunicato stampa PETA

In un nuovissimo video della PETA, il cantautore Red Canzian, la blogger Chiara Canzian, gli attori Claudia Zanella, Elisa Di Eusanio, Loredana Cannata, Claudio Colica e Massimo Wertmüller, nonché la conduttrice Daniela Martani, reagiscono con lacrime e indignazione alla vista delle riprese realizzate nei laboratori europei.

Il nuovo video, disponibile qui, esorta gli italiani a firmare l’iniziativa dei cittadini europei (ICE), che chiede la transizione verso una scienza animal-free e il rafforzamento del divieto dell’UE sui test dei cosmetici sugli animali.

Se la petizione raccoglierà 1 milione di firme verificate di cittadini dell’UE, la Commissione europea sarà obbligata a portare avanti l’iniziativa.

SAVE CRUELTY FREE COSMETICS LEAL

Avviata da entità PETA di tutto il mondo, insieme a Dove, The Body Shop e oltre 100 organizzazioni per la protezione degli animali, inclusi importanti gruppi italiani come LAV, ENPA, LEAL e Animalisti Italiani, l’ICE chiede l’istituzione di un piano per porre fine a tutti gli esperimenti sugli animali in Europa.

“Per favore, unisciti a me, perché è urgente e non abbiamo più tempo”, esortano tutti e otto gli artisti italiani  nel video appello. “Firma ora l’iniziativa dei cittadini europei per un’Europa senza esperimenti sugli animali”.

“E se non li salviamo noi e non li aiutiamo noi, chi li aiuta?” – Elisa Di Eusanio.

“Dovrebbero trasmetterle in prima serata queste immagini e farle vedere a tutto il mondo” – Daniela Martani

“Non posso più guardare,” – Claudia Zanella.

Circa 9 milioni di topi, ratti, pesci, cani e altri animali vengono utilizzati ogni anno per esperimenti crudeli e altri procedimenti nell’UE. La maggior parte dei test non riesce a fornire previsioni affidabili circa gli effetti sugli esseri umani, tuttavia gli sperimentatori immobilizzano cani, conigli e porcellini d’India e applicano deliberatamente sostanze chimiche potenzialmente tossiche sulla loro pelle rasata o gliele spingono in gola, provocando negli animali lo sviluppo di tumori o ustioni, o rendendoli ciechi.

La PETA – il cui motto recita, fra le altre cose, che “gli animali non sono nostri da usare per esperimenti” – si oppone allo specismo, una visione del mondo basata sulla supremazia dell’essere umano. Per ulteriori informazioni, si prega di visitare il sito di PETA o seguire il gruppo su Facebook, Twitter o Instagram.

Il video

https://www.youtube.com/watch?v=5eMHvv_Kxf8

Il futuro della ricerca è senza animali

Gli animali sono diversi da noi. Pertanto i risultati degli esperimenti sugli animali non sono direttamente trasferibili all’uomo.

I modelli non animali di ricerca, invece, spesso danno risultati più accurati e rapidi e possono essere più economici rispetto ai vecchi metodi su animali.

Esistono già molte alternative animal-free e tante altre sono in fase di sviluppo.

Questo è il momento di cambiare

PETA cruelty free cosmetics

Basta decretare la morte di creature innocenti

Ora, con il tuo aiuto possiamo porre fine alla sperimentazione animale.

Se sei un cittadino italiano, vai subito su www.endanimaltesting.eu/it e aggiungi la tua firma all’iniziativa.

C’è tempo fino a fine agosto, ma non rimandare

FIRMA ORA!

Per ascoltare RadioVeg.it, clicca QUI.

Milano, 27/07/2022 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.