VISIONE A LUNGO RAGGIO PER MADE IN BUNNY

Made In Bunny auspica un futuro sempre più empatico nei confronti dei coniglietti

La visione di Made In Bunny è quella di continuare a lavorare sul territorio per un futuro sempre più empatico e rispettoso nei confronti dei conigli.

MADE in BUNNY O.d.v. nasce il 30/9/2018 con l’obiettivo della tutela legale del coniglio e dei nuovi animali da compagnia. Opera in Italia ed è iscritta al Registro delle Organizzazioni di Volontariato – Sezione Regionale Lombardia – n. 3192 del 23/03/2020, ai sensi del D.L. n. 117 del 2017.

La situazione del coniglio in Italia

La situazione del coniglio in Italia è estremamente grave: quando il suo destino non è l’allevamento intensivo, la sperimentazione, la cosmesi o l’industria della pelliccia, viene allevato e venduto come pet in uno scenario di preferenza per le necessità del mercato piuttosto che per il fabbisogno dell’essere senziente.

Le situazioni negli allevamenti di conigli

Inoltre, l’importante presenza del coniglio nelle case degli Italiani, ha prodotto un proporzionale numero di esemplari abbandonati fino ad esaurire le possibilità di intervento di associazioni e gruppi di settore. Infatti il coniglio è il terzo pet nelle case italiane ma, per la nostra legge non è ancora riconosciuto tale al pari di cane, gatto e furetto e, purtroppo, ogni anno migliaia di conigli vengono venduti, sfruttati, maltrattati ed abbandonati!

In diversi comuni italiani esistono situazioni di colonie formate anche da centinaia di esemplari, frutto di abbandoni sconsiderati e spinti dalla falsa convinzione che il coniglio in natura viva “libero”.

Un coniglio domestico abbandonato, invece, è una preda in un territorio sconosciuto, privo del background istintivo proprio degli animali selvatici per poter sopravvivere.

Questi animali sono inoltre soggetti a patologie virali, per loro mortali e di facile ed immediato contagio, come mixomatosi e MEV 1 e 2, per le quali devono essere periodicamente vaccinati. In caso di “colonia infetta”, la legge prevede l’abbattimento sia degli esemplari malati che di quelli sani, parallelamente a quanto accade in allevamento.

Il ruolo di Made in Bunny

MADE in BUNNY O.d.v. si inserisce in questo difficile contesto abbracciando l’ambizioso progetto di fare fronte alla situazione cui sopra, e di provvedere alla tutela legale del coniglio ed al riconoscimento dei suoi diritti come essere senziente. Infatti, MADE in BUNNY O.d.v. attraverso la petizione “anche io so farti compagnia” in modifica alla legge quadro in tema di animali d’affezione (Legge 14 agosto 1991, n.281), chiede l’inasprimento delle sanzioni per chi abbandona, fornisce strumenti di registrazione con l’introduzione di un microchip obbligatorio e l’istituzione di un’anagrafe cunicola nazionale, prevede delle nuove competenze per Comuni e Regioni, un sistema di controllo più severo ed efficace e soprattutto il riconoscimento del coniglio come animale da affezione inserendo lo status di NON DPA.

Dall’inizio del 2021 MADE in BUNNY O.d.v. ha intrapreso un percorso di richieste presso i ministeri competenti per l’adeguamento al nuovo regolamento europeo 2016/429, per il riconoscimento del coniglio e dei nuovi animali da compagnia come animali da affezione, in forza delle 40.000 firme raccolte e delle esperienze documentate nella lotta all’abbandono del coniglio durante la gestione della colonia di conigli del parco urbano Franco Agosto di Forlì.

Il riscontro del Ministero, dimostra che MADE in BUNNY O.d.v. ha intrapreso la giusta strada.

Viene anche realizzata una importante opera di sensibilizzazione della cittadinanza, attraverso interventi di informazione e formazione da parte dei nostri volontari con l’ausilio di veterinari della ASL di competenza e/o di veterinari esperti in animali esotici.

La formazione di Made in Bunny

Alle attività in campo, MADE in BUNNY O.d.v. affianca un importante lavoro di formazione attraverso progetti come MADE in BUNNY torna a scuola: un progetto formativo per gli alunni delle classi IV e V della scuola primaria e della classe I della scuola secondaria di primo grado, finalizzato allo sviluppo nei giovani studenti della corretta relazione uomo-natura, ed all’insegnamento del rispetto per ogni forma di vita.

Il progetto, disponibile per gli istituti italiani fin dal settembre 2020, rappresenta per l’associazione una attività fondamentale per intervenire alla radice in una società in cui il rapporto con gli animali non è sempre instaurato nel benessere reciproco, ma soltanto del detentore. Made in Bunny ha realizzato inoltre il primo progetto educativo per i bambini dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia: EducaMiB.

Questo progetto, realizzato da personale tecnico specializzato, si pone l’obiettivo di incentivare il contatto tra bambino ed animale nel modo corretto ed evidenziare come la giusta relazione con un animale abbia un ruolo fondamentale nel processo di crescita del bambino.

Allo stesso tempo, il concetto fondamentale rappresentato sarà che prendersi cura di un animale prevede delle responsabilità ed il raggiungimento di una età adeguata. In questo senso saranno coinvolti anche i genitori nella realizzazione di attività integrative.

I corsi non prevedono la presenza di animali,

ma la fruizione di contenuti telematici e la presenza sul posto dei volontari.

Pubbli-redazionale a cura della redazione.

Milano, 31/05/2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.