SEMPRE PIÙ SCARPE VEGAN. È UNA TENDENZA.

I tempi stanno cambiando e l’empatia unita ad una presa di coscienza sempre più forte, stanno spingendo verso una direzione, l’unica direzione possibile. Il mondo vegetale!

Anche la moda ha i suoi dettami e così come per l’industria alimentare, attraverso una sempre più spiccata sensibilità e l’innovazione tecnologica inizia a cambiare il punto di vista di un settore, che fa tendenza da sempre, portando un messaggio molto importante.

Le riflessioni sul tema di Sofia Righetti.

Le scarpe Nike, per esempio, non sono famose per la loro selezione cruelty-free, poiché gran parte delle loro attuali collezioni contengono colla solitamente realizzata con tessuti connettivi di animali.

Tuttavia, nel 2015 Nike aveva confermato con una e-mail inviata agli utenti del gruppo Facebook Vegan Sneakers Connection, che nella colla usata per il loro confezionamento non vi era alcun prodotto di origine animale.

Le scarpe di Adidas, realizzate con le plastiche disperse nell’oceano

Vi sono diverse selezioni, con colori sgargianti e dalla manifattura resistente, con materiale ecosostenibile o riciclato come per esempio il modello nato in associazione tra Nike e Maharishi, azienda che dal 1994 si impegna a realizzare “abbigliamento ecologico, equo-solidale, di lunga durata e di alta qualità”.

Uno dei frutti della collaborazione tra Nike e Maharishi

Sono scarpe che per tutta la filiera non hanno accusato scivoloni imbarazzanti; prodotte con materiali organici, ecosostenibili e riciclati, colorazioni derivanti dall’utilizzo del melograno e dalla curcuma e scarti di produzione per le suole.

La nota molto positiva è che il mercato delle scarpe vegane, non solo sneakers, sta avendo un eco sempre maggiore, spaziando da scarpe di ogni genere sia per uomo che per donna che per bambini.

Un interessante video di Veggie Channel

In generale ovviamente è apprezzabile lo sforzo, l’impegno e la volontà verso questa nuova tendenza, tuttavia va detto che se tutti facessimo scelte verso materiali etici ed ecologici, di sicuro con una domanda sempre più alta, anche la risposta dei mercati diventerebbe apprezzabile e “sostenibile ” per tutte le tasche.

AqvaVera / RV Ago 20

Non c’è alcuna differenza fondamentale tra l’uomo e gli animali nella loro capacità di provare piacere e dolore, felicità e miseria.

(Charles Darwin)

Altri articoli per voi:
La materia prima ? Il cactus
Un caffè per camminare
Tendenza fungo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *