LE RICETTE VELOCI CON IL ROBOT DA CUCINA DI LIDIA

Ricette veloci perché, diciamocelo senza problemi: tutti amano mangiare bene, ma non a tutti piace cucinare oppure non tutti hanno sufficiente tempo per spadellare.

Sono ormai tanti anni che in nostro soccorso sono arrivate strumentazioni più o meno sofisticate. Quindi per la rubrica MangiaVeg.it, abbiamo pensato anche a chi ha deciso di farsi dare una mano da uno di quei marchingegni che hanno anche la funzione cottura tipo Bimby o il Monsieur Cuisine.

Capofila delle ricette preparate con il robot da cucina abbiamo eletto Lidia Boccaccio. Donna dai mille interessi che abbiamo già avuto modo di conoscere in occasione della presentazione dei suoi libri.

Note: La rubrica è composta da più puntate, l’articolo viene automaticamente aggiornato ad ogni nuova puntata. In prima posizione la ricetta più recente.

Lidia si presenta

La malattia, purtroppo, il 4 settembre 2021 ha vinto sulla grande voglia di vivere che aveva Lidia.

E’ prezioso il lavoro che ha fatto nel corso degli anni e serbiamo con cura ed affetto le ricette e i libri che ci ha lasciato.

Buon viaggio Lidia e grazie.

RISOTTO CON I FAGIOLI DALL’OCCHIO – Difficoltà: facile

RISOTTO CON I FAGIOLI DALL’OCCHIO

Tempo di preparazione: 30 minuti (più il tempo per l’ammollo e la cottura dei fagioli)

RISOTTO DALL'OCCHIO DI LIDIA

Ingredienti per 4 persone

  • 1 piccola cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 4 cucchiai di olio extravergine
  • 300 gr di riso (carnaroli, o quello che preferite. Si può usare anche riso integrale ma andranno poi aumentati considerevolmente i tempi di cottura)
  • Mezzo bicchiere di vino rosso (facoltativo)
  • 800 gr di brodo di cottura dei fagioli
  • 2 mestoli di fagioli dall’occhio cotti
  • Aggiunte facoltative: una noce di margarina, formaggio simil parmigiano grattugiato

Procedimento:

  1. Mettete nel boccale la cipolla tagliata a pezzi e lo spicchio di aglio, 5 sec vel 7
  2. Raccogliete sul fondo e aggiungete l’olio 4 min, 100°, vel 1
  3. Aggiungete il riso 3 min, 100°, vel 1 antiorario
  4. Se usate il vino aggiungetelo ora e cuocete ancora 4 min a 100° vel 1 antiorario, altrimenti andate al passaggio successivo-
  5. Aggiungete 700 gr di brodo caldo. Cuocere 15—18 minuti, 90°, vel 1 antiorario (il tempo di cottura varia in base al tipo di riso scelto e al vostro gusto). 5 minuti prima della fine della cottura controllare la consistenza e se serve aggiungere i restanti 100 gr di brodo
  6. Qualche minuto prima della fine cottura aggiungere anche i fagioli e, se volete usarli, la margarina e il simil formaggio.

Se non avete il robot da cucina procedete come per un normale risotto: soffriggete la cipolla e l’aglio tritati in una pentola per 5 minuti con l’olio, aggiungete il riso e tostatelo per 3-4 minuti, se aggiungete il vino fatelo adesso, alzando la fiamma e facendolo sfumare per qualche minuto. A questo punto aggiungete il brodo, un mestolo per volta, incorporando il seguente quando sta asciugando. Il riso deve sempre bollir abbastanza vivacemente ma non lasciatelo asciugare altrimenti si attacca. Portate a fine cottura e aggiungete i fagioli e gli ingredienti facoltativi come sopra.

CECI FUSION – Difficoltà: Facile

CECI FUSION

Tempi di preparazione 30 minuti (più eventualmente il tempo di cottura dei ceci se non si usano quelli in scatola)

CECI FUSION DI LIDIA

Ingredienti per 4-6 persone

  • 1 grosso scalogno o una piccola cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 5 cucchiai di olio extravergine
  • 200 gr di passata di pomodoro
  • 200 gr di latte di cocco (quello denso in lattina)
  • 800 gr di ceci già cotti (potete usare quelli in lattina oppure quelli cotti da voi)
  • 400 gr di brodo (se avete cotto voi i ceci va bene quello di cottura, oppure del brodo vegetale)
  • 50 gr di tahina. Io uso il tipo chiaro, che è più delicato, ma potete usare quella che preferite
  • Sale e pepe

Procedimento:

  1. Mettere nel boccale lo scalogno o la cipolla tagliata a pezzi e lo spicchio di aglio, 5 sec vel 7
  2. Raccogliere sul fondo e aggiungete l’olio 4 min, 100°, vel 1
  3. Aggiungere la passata, il latte di cocco, il brodo, i ceci e la tahina, cuocere 20 min a vel soft antiorario.
  4. Assaggiare per controllare se occorre aggiungere sale, dare una bella macinata di pepe.
  5. Togliere circa metà della preparazione e frullare la rimanente 20 sec a vel 7-8 per ottenere una cremina. Poi rimettere dentro la parte che avevate tolto e mescolare ancora una ventina di sec sempre antiorario vel soft.
  6. Servire con crostoni di pane, oppure con 200 gr di cous cous o 200 gr di riso basmati semplicemente bollito.

MINESTRONE BIANCO ALLA PIEMONTESE – Difficoltà: facile

MINESTRONE BIANCO ALLA PIEMONTESE

Tempo di preparazione 15 minuti + un’ora di cottura (+eventualmente il tempo di cottura della pasta o del cereale scelto)

MINESTRONE BIANCO DI LIDIA

Ingredienti per 4 persone

  • 70 gr porro già mondato
  • 70 gr cipolla già mondata
  • 70 gr scalogno sbucciato
  • 140 gr patate sbucciate
  • 70 gr sedano pulito
  • 70 gr finocchio pulito
  • 140 gr topinambur sbucciati (i topinambur si possono anche solo spazzolare con una spazzolina per togliere un po’ della buccia che è molto sottile)
  • 3 foglie cavolo verza
  • 1 cucchiaio sale grosso
  • 4 cucchiai olio evo
  • 900 gr acqua
  • 2 foglie salvia
  • 240 gr fagioli di Spagna lessati

Procedimento:

  1. Mettete nel boccale la cipolla tagliata a pezzi, il porro a pezzi, la salvia e lo scalogno 4 sec vel 6.
  2. Aggiungere l’olio 3 min, 100° vel 1. Aggiungete la patata e il sedano tagliati a pezzi 4 sec vel 5, aggiungete mezzo bicchiere di acqua e impostare 100°, 5 minuti, vel 1, senza misurino.
  3. Aggiungete il resto delle verdure tagliate a pezzetti, i fagioli, il resto dell’acqua, il sale. Finire la cottura con il misurino inserito.
  4. Controllate la densità e la grandezza dei pezzi: se vi piace più brodosa aggiungete un po’ d’acqua. Se la volete più fine frullate pochi secondi a vel 4-5.
  5. Servire con crostini di pane tostato oppure con pasta, riso, orzo o farro, fatti cuocere con antiorario per il tempo indicato nella confezione. Servire con un giro di olio evo

Senza robot da cucina:

  1. Tritate abbastanza finemente porro, cipolla, salvia e scalogno e far soffriggere 5 minuti in una pentola con l’olio.
  2. Aggiungete le patate e il sedano a pezzetti piccoli e mezzo bicchiere d’acqua. Far evaporare l’acqua.
  3. Aggiungere tutte le altre verdure a pezzetti, i fagioli, l’acqua rimasta, il sale.
  4. Cuocere con coperchio per circa un’ora, diluendo un po’ se vi piace più brodoso. Se lo volete con una parte più cremosa tritatelo con il minipimer fino a ottenere la consistenza desiderata.
  5. Si può servire con crostini di pane tostato o con pasta, riso, orzo o farro, fatti cuocere per il tempo indicato nella confezione. Servire con un giro di olio evo.

POMODORI RIPIENI DI DI SALSA STONNATA DI LIDIA – Difficoltà: facile

POMODORI RIPIENI DI DI SALSA STONNATA DI LIDIA

Tempo di preparazione: 20 minuti

Per 4 persone

  • 200 gr di ceci cotti. Potete fare cuocere voi per due ore dei ceci secchi (lasciati precedentemente in ammollo per un minimo di 12 ore, meglio se 24) con acqua, sale e aromi. Oppure potete utilizzare ceci in scatola, scolati dal loro liquido.
  • 3 cucchiai di capperi (Io uso quelli sott’aceto, ma potete usare quelli sotto sale avendo l’accortezza di lasciarli prima a bagno qualche ora cambiando spesso l’acqua)
  • 3 cucchiai di succo di limone
  • 4 cucchiai di olio extravergine
  • Una macinata di pepe,
  • un pizzico di aglio in polvere (regolate la quantità a seconda del vostro gusto. Per un sapore più intenso potete usare aglio fresco)

Procedimento:

  1. Mettere tutti gli ingredienti nel boccale e cominciare a frullare aumentando la velocità fino ad arrivare a 8-9.
  2. Raccogliete spesso quello che si attacca alle pareti. Insistere fino a ottenere una bella crema fine.
  3. Assaggiare e aggiungere sale solo se occorre.

Maionese:

  • 100 gr di latte di soia non zuccherato
  • 2-3 cucchiai di succo di limone
  • 1 punta di un cucchiaino di gomma di guar
  • 100 gr di olio di semi (io uso arachidi, usate il vostro preferito)
  • Sale kala namak (o sale normale)
  1. Mettere nel boccale il latte, il limone, il sale e azionare a vel 4 per un minuto.
  2. Mentre le lame girano inserire dal foro la gomma di guar spargendola con le dita (come quando si mette un pizzico di sale).
  3. Azionare 5 minuti a vel 2 e inserire dal foro l’olio. Se non si usa la gomma di guar raddoppiare la quantità di olio.
  4. Mettere in frigo per far rassodare bene.

Per finire:

  • una dozzina di pomodori piccoli o 4 pomodori tondi
  • qualche cappero
  1. Tagliare a metà i pomodori e svuotarli.
  2. Mettere in una ciotola la salsa di ceci e unire 5-6 cucchiai di maionese.
  3. Mescolare bene e farcire i pomodori (meglio se con l’aiuto di una sac a poche). Decorare con un cappero e servire.

TORTA SALATA ALLE MELANZANE DI LIDIA – Difficoltà: facile

Tempo di preparazione 15 minuti + 1 ora di cottura

14 – TORTA SALATA – LIDIA


Ingredienti

Per l’impasto:

  • 250 gr di farina 1
  • 35 gr di olio di semi (io uso arachidi, usate il vostro preferito)
  • 35 gr di olio extravergine
  • 2 cucchiaini di lievito istantaneo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 100 gr di acqua

Per il ripieno:

  • 2 melanzane
  • Olio EVO
  • 2 spicchi di aglio
  • 3 pomodori perini
  • Origano
  • 100 gr di panna vegetale
  • 2 cucchiai di Erbe aromatiche (potete usare un misto secco oppure tritare quelle fresche: rosmarino, basilico, salvia, timo, maggiorana, erba cipollina)
  • Aglio in polvere
  • Sale e pepe

Procedimento

  1. Tagliate a dadini piccoli le melanzane (se volete le potete sbucciare, come preferite) e mettetele in una larga padella con 5 cucchiai di olio evo e gli spicchi d’aglio sbucciati ma interi.
  2. Salate e fate cuocere finché saranno tenere, aggiungendo poca acqua solo se necessario. Alla fine aggiungete i perini sbucciati e tagliati a dadini e cuocete ancora solo un paio di minuti. Lasciate intiepidire.
  3. Nel frattempo mettete nel boccale la farina, il sale, il lievito e i due tipi di olio. Azionare 5 sec a vel 3. Portare a ebollizione l’acqua in un pentolino e versarla subito nel boccale azionando 30 sec a vel 4
  4. Trasferire l’impasto sul piano da lavoro e impastatelo un po’ con le mani: dovrebbe essere morbido, ma non appiccicoso, molto facile da lavorare.
  5. Stendere l’impasto in un disco poco più grande della tortiera, aiutandovi con un mattarello o con le mani. Ungete una tortiera di 26 cm di diametro e adagiatevi l’impasto facendolo risalire sulle pareti di circa due dita. Versarvi dentro le melanzane e fate cuocere in forno a 180°- 200° per mezz’ora.
  6. Nel frattempo in una ciotola mescolate la panna da cucina con un pizzico di sale, una macinata di pepe, le erbe aromatiche, l’aglio in polvere e mescolate bene.
  7. Togliere la torta dal forno, versare la panna sulle melanzane cercando di metterle in modo uniforme e cuocere ancora 15 minuti. E’ ottima sia calda che fredda.

INSALATA DI FINOCCHI DI LIDIA – Difficoltà: Facile

Tempo di preparazione: 5 minuti

10 – INSALATA DI FINOCCHI DI LIDIA

Ingredienti versione 1:

  • 1 grosso finocchio già pulito
  • 1 manciata rucola
  • 1 pomodoro secco (meglio se stt’olio)
  • 1 cucchiaio capperi
  • 3 cucchiai olio evo
  • 2 cucchiai succo di limone
  • 1 cucchiaio semi di sesamo
  • Sale

Ingredienti versione 2:

  • 1 grosso finocchio già pulito
  • 3 gherigli di noce
  • 1 cucchiaio semi di girasole
  • 5 foglie basilico
  • 1 cucchiaio olive taggiasche
  • 1 pizzico sale
  • 3 cucchiai olio evo
  • 2 cucchiai succo di limone
  • 1 pizzico aglio in polvere (facoltativo)

Ingredienti versione 3:

  • 1 finocchio già pulito
  • 1/2 mela golden
  • 2 coste di sedano
  • 30 gr anacardi
  • 20 foglie di menta
  • 3 cucchiai olio evo
  • 2 cucchiai limone
  • sale e pepe

Procedimento:

  1. Tagliare il finocchio in quarti e ogni quarto ancora a metà.
  2. Metterlo nel boccale insieme a tutti gli altri ingredienti, inclusi i condimenti (tranne il sale) e tritate 5 secondi a vel 5.
  3. Aggiungere il sale solo se necessario (assaggiate per verificare in quanto alcuni ingredienti sono già molto saporiti). I pomodori secchi potrebbero rimanere in pezzi un po’ più grossi, quindi vi consiglio di metterli nel boccale prima degli altri ingredienti e tritarli qualche secondo da soli.
  4. Controllare anche la dimensione dei pezzi: deve risultare un trito grossolano ma abbastanza fine, di modo che a ogni forchettata ci sia un insieme di tutti gli ingredienti, per assaporarla al meglio. Se necessario tritare ancora 2 sec a vel 5.

L’idea in più: versate il trito ottenuto nella leccarda del forno rivestita di carta forno e cospargetela con pangrattato,  e cuocete per 30 minuti a 180°, attaccando qualche minuto il grill alla fine, se volete una crosticina croccante.

MUFFIN 10 E LODI DI LIDIA – Difficoltà: semplice

Tempo di preparazione: 10 minuti + 30 minuti cottura

7 – MUFFIN 10 E LODI DI LIDIA

Ingredienti per 12-14 muffins

  • 180 gr farina
  • 70 gr maizena o fecola
  • 80 gr olio di semi
  • 1 bustina lievito per dolci
  • 150 gr marmellata senza zucchero
  • 1 scorza di limone
  • 70 gr uvetta
  • 200 gr latte vegetale

Procedimento

  1. Prima di cominciare mettete l’uvetta a bagno in acqua tiepida almeno mezz’ora.
  2. Mettete nel boccale la farina, la maizena, il lievito per dolci (che potete sostituire, se preferite, con un cucchiaino di bicarbonato e due di aceto), la scorza grattugiata del limone, l’olio, la marmellata senza zucchero al gusto che preferite e circa 200 gr di latte (io uso Alpro soia delicato, ma potete usare quello che preferite). Aggiungere il latte poco per volta perché dipende dalla farina usata e dalla densità della marmellata, potrebbe volercene di meno, ma anche un po’ di più. (Deve venire un impasto fluido che si riesce a versare, ma non liquido, e ricordate che è sempre meglio un impasto un poco più denso che troppo fluido). 30 sec vel 4 (attenzione a non superare questa velocità, meglio leggermente al di sotto che sopra).
  3. Aggiungere l’uvetta prima lasciata in ammollo, ben strizzata, mescolare ancora 10 sec vel 4 con la funzione antiorario. Se non avete questa funzione, per evitare di macinare l’uvetta con l’impasto, vi consiglio di trasferirlo in una ciotola e aggiungere l’uvetta mescolando a mano.
  4. Mettere nei pirottini e cuocere a 180° per 20-25 minuti facendo la prova stecchino prima di sfornare.

Nota: Se non avete il robot da cucina la preparazione è semplicissima: mescolate in una ciotola tutti gli ingredienti secchi, in un’altra ciotola gli ingredienti liquidi (tra cui anche la marmellata), ricordando di mettere solo una parte del latte segnato tra gli ingredienti, lo aggiungerete alla fine solo se necessario. Unite le due parti e mescolate bene, meglio se con una frusta a mano. Sconsiglio frullini o frullatori perché i composti a base di farina, se frullati ad alta velocità, perdono consistenza.

GNOCCHI DI SEMOLINO CON ROBOT DA CUCINA Difficoltà: semplice

Tempo di preparazione: 15 minuti + tempo di raffreddamento 30 minuti + tempo di cottura 20 minuti

2 – GNOCCHI DI SEMOLINO CON ROBOT DA CUCINA DI LIDIA

Ingredienti per 4 persone

  • 800 gr acqua
  • 1 dado vegetale
  • 200 gr semolino
  • 50 gr pomodori secchi sott’olio
  • Una decina di olive taggiasche
  • 2 cucchiai panna di soia
  • 3 cucchiai olio evo
  • acqua q.b.
  • 1 pizzico di origano

Procedimento

  1. Mettere nel boccale i pomodori secchi (se usate quelli non sott’olio fateli prima rinvenire 20 minuti in acqua calda) e l’olio 10 sec, vel 6 spatolando a metà tempo.
  2. Unire le olive, la panna di soia, l’origano e una tazzina di acqua. 5 sec, vel 5.
  3. Mettere in una ciotola e diluire con ancora una tazzina di acqua. Se volete un sugo più fine aumentate il tempo di 5 secondi.
  4. Senza sciacquare il boccale mettere l’acqua, il dado 8 min, 90°, vel 2. Aumentare la velocità a 4 e dal foro aggiungere il semolino a pioggia poi, sempre a vel 4 cuocere 5 min a 90°. (E’ importante non usare una velocità più alta, piuttosto un po’ meno che di più, perché altrimenti il composto potrebbe diventare molle) Se diventa troppo compatto e le lame faticano a girare potete spegnere dopo un paio di minuti.
  5. Versare il composto sulla leccarda del forno rivestita di carta forno unta di olio e stenderla con il dorso di un cucchiaio inumidito. Per avere un giusto spessore dovete fare un rettangolo 20×30 cm (dose 600 gr di semolino).
  6. Lasciare raffreddare molto bene e poi tagliare con uno stampino (che può essere anche un bicchiere) bagnandolo prima di ogni taglio. Con le mani reimpastare i ritagli e stendere di nuovo per finire di tagliare.
  7. Ponete il tutto in una teglia unta e distribuite il sugo tra una fila e l’altra di gnocchi. Cuocere a 200° per 20 minuti (se volete far formare la crosticina azionate il grill per gli ultimi minuti).

Nota: senza il robot da cucina tritateli pomodori secchi e le olive su un tagliere, trasferiteli in una ciotola e aggiungete tutti gli altri ingredienti indicati, mescolando. Mettere l’acqua in una pentola, portare a ebollizione e aggiungete il semolino a pioggia, poi cuocete 5 minuti sempre mescolando.

Buon appetito.

Milano, 11/09/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.