COLAZIONI, CEREALI E PSEUDO CEREALI NON HANNO PIU’ SEGRETI CON GIULIA

E’ un onore avere a bordo di MangiaVeg.it anche Giulia Giunta, che da anni pubblica le sue ricette su La Mia Cucina Vegetale, a lei abbiamo affidato il compito di occuparsi di colazioni, cereali e pseudo cereali … soprattutto di pseudocereali perché se ne sente tanto parlare, ma nessuno li conosce a fondo e tanto meno sa come cucinarli.

Vale la pena fare amicizia con gli pseudo cereali perché sono pieni di proprietà benefiche. Proprietà che Giulia ci presenterà puntata dopo puntata e che non manca di esaltare durante uno dei suoi tanti corsi di salute alimentare che tiene per la FunnyVeg Academy, di cui ne è una delle docenti.

Note: La rubrica è composta da più puntate, l’articolo viene automaticamente aggiornato ad ogni nuova puntata. In prima posizione la ricetta più recente.

BISCOTTI ALLA NOCCIOLA SENZA GLUTINE – Difficoltà: facile

BISCOTTI ALLA NOCCIOLA SENZA GLUTINE – GIULIA

BISCOTTI ALLA NOCCIOLA SENZA GLUTINE – GIULIA

Tempo di preparazione: 1 ora circa

Utensili: mixer, ciotola, bilancia, teglia da forno, carta forno

Ingredienti per 24 biscotti circa

  • 200 g di farina di riso
  • 80 g di nocciole tostate
  • 80 g di olio di mais 
  • 40 g di farina di mais fioretto
  • 160 g di sciroppo d’agave o d’acero
  • 10 g di lievito naturale per dolci
  • ½ cucchiaino di vaniglia naturale in polvere
  • scorza di limone grattugiata qb
  • granella di nocciole per decorare

Procedimento

  1. Tritate finemente le nocciole con un mixer, poi unitele alle farine di riso e mais, il lievito, la vaniglia e la scorza di limone.
  2. Mescolate insieme l’olio e lo sciroppo; versateli poi a poco a poco sul mix di ingredienti secchi impastando con le mani fino a formare una pasta molto morbida e unta. Formate delle palline da circa venti grammi ciascuna, appiattitele leggermente e disponetele su una teglia ricoperta di carta forno.
  3. Spolverizzate ciascun biscotto con poca granella di nocciole, schiacciandola leggermente con le dita per farla aderire.
  4. Cuocete in forno ventilato a 175°C per una decina di minuti circa.
  5. Appena estratti dal forno i biscotti saranno leggermente dorati sotto e morbidi sopra: si induriranno raffreddandosi.
  6. Potete sostituire le nocciole con delle mandorle leggermente tostate, la scorza di limone con quella d’arancia o mandarino e la vaniglia con la cannella.

MUFFIN AI TRE COLORI – Difficoltà: medio/facile

MUFFIN AI TRE COLORI – GIULIA

Tempo di preparazione: 1 ora circa

MUFFIN AI TRE COLORI – GIULIA

Utensili: ciotola, grattugia, frusta, bilancia, stampini per muffin, pennello da cucina

Ingredienti per 12 muffin (4 per ogni colore)

  • 100 g di farina di riso
  • 80 g di farina di ceci
  • 40 g di farina di grano saraceno
  • 12 g di lievito istantaneo per dolci e torte salate
  • 6 g di sale fino
  • 300 g di bevanda di soia al naturale
  • 60 g di olio evo

Per il giallo

  • 40 g di carota arancione grattugiata
  • ½ bustina di zafferano

Per il verde

  • 40 g di peperone verde grattugiato o tritato fine
  • 1 cucchiaino raso di spirulina o chlorella in polvere

Per il viola

  • 40 g di carota viola grattugiata
  • 1 cucchiaio di açaí in polvere

Procedimento

  1. Amalgamate insieme in una ciotola le tre farine, il lievito e il sale.
  2. Versate in un altro contenitore l’olio e la bevanda vegetale, emulsionateli e versateli sul mix di farine mescolando con una frusta. 
  3. Dividete l’impasto ottenuto in tre parti uguali e aggiungete a una la carota arancione e lo zafferano (precedentemente sciolto in pochissima acqua calda), alla seconda il peperone verde e la spirulina o la chlorella e alla terza la carota viola e l’açaí.
  4. Mescolate bene con la frusta separatamente i tre composti colorati e quindi versateli negli appositi stampini per muffin, unti d’olio con un pennello e infarinati con farina di riso.
  5. Infornateli a 180°C per 25/30 minuti.
  6. Servite tiepidi o a temperatura ambiente.


PLUM CAKE ALL’ARANCIA E SEMI DI PAPAVERO – Difficoltà: facile

PLUM CAKE ALL’ARANCIA – GIULIA
PLUM CAKE ALL’ARANCIA – GIULIA

Tempo di preparazione: 1 ora circa
Utensili:
ciotola, frusta, stampo da plumcake, bilancia, pennello da cucina, carta forno

Ingredienti per uno stampo rettangolare (circa 23 x 7 cm)

  • 250 g di farina 1 (semintegrale)
  • 50 g di fecola di patate
  • 170 g di zucchero di canna integrale Dulcita
  • 1 bustina di lievito naturale per dolci 
  • 80 g di olio di mais bio
  • 280 g di succo d’arancia spremuto fresco
  • la scorza grattugiata di 2 arance
  • ½ cucchiaino di vaniglia naturale in polvere
  • 2 cucchiai rasi di semi di papavero + 1 cucchiaino per decorare
  • 1 cucchiaino di sciroppo d’agave

Procedimento

  1. Mescolate in una ciotola la farina, la fecola, lo zucchero, il lievito, la scorza grattugiata e la vaniglia.
  2. In un altro recipiente emulsionate l’olio e il succo, quindi versate il liquido ottenuto sul mix di ingredienti secchi mescolando con una frusta fino a ottenere una crema morbida.
  3. Aggiungete alla fine i due cucchiai di semi di papavero, amalgamando bene. 
  4. Versate il composto nello stampo da plumcake precedentemente oliato e infarinato (oppure foderato di carta forno) e infornate nella parte bassa del forno a 175° per circa 45 minuti.
  5. Fate la prova dello stecchino per controllare che il dolce sia cotto all’interno.
  6. Quando è ancora caldo spennellate la superficie con lo sciroppo d’agave e spolverizzate con il cucchiaino di semi di papavero.
  7. Lasciatelo raffreddare completamente prima di tagliarlo.

TOAST CON BURRO DI ARACHIDI DI GIULIA – Difficoltà: molto facile

TOAST CON BURRO DI ARACHIDI DI GIULIA

Tempo di preparazione: 20 minuti

Utensili: mixer, tostapane (facoltativo)

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 fette di pane integrale
  • 120 g di arachidi al naturale pesate già sgusciate
  • 80/100 g d’acqua
  • 1 pizzico di sale
  • 1 mela dolce
  • 10 lamponi
  • 1 pezzetto di cioccolato fondente
  • 1 goccio di sciroppo d’acero (facoltativo)

Procedimento                                   

  1. Preparate il burro di arachidi frullandone 100 grammi in un mixer potente in modo da ridurle prima in granella sottile e poi in un composto pastoso.
  2. A questo punto aggiungete a poco a poco l’acqua e il sale, continuando a frullare fino a ottenere una crema liscia e meno granulosa possibile.
  3. Tostate leggermente le fette di pane in forno caldo o nel tostapane, quindi spalmatele con il burro di arachidi e completate con la mela a fette, i lamponi, le restanti arachidi tritate, il cioccolato grattugiato o in scaglie e lo sciroppo se gradite un sapore più dolce.

AMARANTO AL PESTO DI AGRUMI DI GIULIA

AMARANTO AL PESTO DI AGRUMI – GIULIA

Tempo di preparazione: 35/40 minuti

Grado di difficoltà: facile

Utensili: Setaccio per la farina oppure colino a maglie molto strette, Pentola con coperchio, Mixer o tritatutto

Ingredienti per 4 persone:

  •  1 l di brodo vegetale
  • 1 arancia medio piccola bio
  • 280 g di amaranto
  • 1 limone bio
  • 1 cuore di finocchio (100 g circa)
  • 1 decina di capperi sotto sale
  • 40 g di mandorle
  • 1 mazzetto di finocchietto
  • olio evo qb
  • sale qb

Procedimento                                   

  1. Sciacquate l’amaranto in un setaccio per la farina o un colino a maglie molto strette.
  2. Mttetelo in una casseruola con un litro abbondante di brodo vegetale. Coprite e cuocete a fuoco lento, ci vorranno circa 35/40 minuti.
  3. Nel frattempo frullate le mandorle in un mixer fino a ridurle a granella, quindi aggiungete un po’ di scorza grattugiata d’arancia e di limone, gli spicchi dell’arancia a pezzetti, il finocchio a pezzetti, un cucchiaio di succo di limone, i capperi ben sciacquati e il finocchietto.
  4. Versate due cucchiai d’olio e frullate fino a ottenere un pesto cremoso. Aggiustate di sale. 
  5. Quando l’amaranto è cotto scolatelo e conditelo con il pesto.
  6. Servite subito decorando con scorzette o spicchi d’arancia o limone e rametti di finocchietto.

QUINOA CON BROCCOLI E FINOCCHI DI GIULIA

Tempo di preparazione: 35/40 minuti
Grado di difficoltà: facile
Utensili: Setaccio per la farina oppure colino a maglie molto strette, Pentola con coperchio, Mixer o tritatutto

QUINOA CON BROCCOLI E FINOCCHI- GIULIA GIUNTA

Ingredienti per 4 persone:

  • 280 g di quinoa
  • 260 g di broccoli + 4 cimette per la decorazione
  • 200 g di finocchi
  • 900 ml d’acqua
  • 1 scalogno grande o 2 piccoli
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio leggermente pestati al mortaio
  • 1 bustina di zafferano (opzionale)
  • finocchietto o barbe verdi di finocchio per decorare
  • olio evo qb
  • sale qb

Procedimento:

  1. Portate a bollore 900 ml d’acqua con un cucchiaio raso di sale e tuffatevi i finocchi e i broccoli che avrete preventivamente tagliato a pezzetti piccoli.
  2. Lasciateli sobbollire senza coperchio per pochi minuti quindi prelevateli con una schiumarola.
  3. Tuffatevi poi le quattro cimette intere e sbollentatele per un minuto. Scolatele e mettetele da parte.
  4. Misurate 800 ml di brodo di cottura delle verdure e versatelo in una casseruola insieme alla quinoa precedentemente sciacquata sotto l’acqua corrente in un colino a maglie strette. Coprite e lasciate cuocere per assorbimento a fuoco lento senza mescolare fin quando la quinoa sarà cotta e il brodo asciugato.
  5. Nel frattempo rosolate lo scalogno tritato in una padella con un po’ d’olio e i semi di finocchio, quindi unitevi le verdure sbollentate e fatele insaporire per un paio di minuti. Se volete potete aggiungere lo zafferano sciolto in una tazzina con poca acqua calda.
  6. Versate nella padella la quinoa cotta e amalgamate bene.
  7. Impiattate decorando con le cimette di broccolo, il finocchietto e un filo d’olio evo a crudo.

PIZZA DI MIGLIO CON RAGU’ DI NOCCIOLE DI GIULIA

Tempo di preparazione: 1 ora circa
Grado di difficoltà: medio facile
Utensili: Colino a maglie strette, Pentola con coperchio, Padella, Frullatore a immersione, 2 teglie da 24 cm

PIZZA DI MIGLIO CON RAGU’ DI NOCCIOLE – GIULIA GIUNTA

Ingredienti per 2 teglie rotonde da 24 cm

Per la pizza

pizza di miglio
  • 250 g di miglio
  • 750 g di brodo vegetale
  • timo fresco e origano secco qb
  • 2 manciate di rucola
  • olio evo qb
  • sale qb

Per il ragù

  • 100 g di nocciole tostate
  • 200 g tra cipolla, carota e sedano pesati puliti
  • 2 foglie di alloro
  • 250 g di passata di pomodoro
  • 300 g di acqua o brodo vegetale
  • ½ cucchiaino di rosmarino fresco tritato
  • sale qb
  • olio evo qb

Procedimento

  1. Sciacquate bene il miglio sotto l’acqua corrente tiepida in un colino a maglie strette quindi mettetelo a cuocere insieme al brodo vegetale per assorbimento, con coperchio e a fuoco lento.
  2. Quando (dopo 15-20 minuti) sarà cotto e il brodo completamente asciugato, frullate rapidamente per ottenere una polentina compatta. Aggiustate di sale e insaporite con il timo e l’origano.
  3. Stendete l’impasto sulle teglie ricoperte di carta forno spennellata d’olio evo, aiutandovi con le mani leggermente inumidite, e cospargete sulla superficie un po’ d’olio evo. Infornate a 200° C per venti minuti.
  4. Capovolgete la pizza aiutandovi con un piatto piano (come si fa per la frittata) e cuocete anche dall’altro lato per dieci minuti.
  5. Preparate il ragù stufando in padella con un cucchiaio d’olio evo la cipolla, il sedano e la carota tagliati a dadini, le foglie d’alloro e un pizzico di sale. Poi aggiungete le nocciole tritate grossolanamente al mixer e mescolate per far insaporire.
  6. Versate la passata di pomodoro e l’acqua o il brodo e lasciate bollire a fuoco lento con coperchio per 20-25 minuti fino a quando il tutto si sarà ben ristretto. Aggiustate di sale e insaporite con il rosmarino.
  7. Distribuite il ragù sulla base della pizza ancora calda e completate con la rucola e un filo d’olio evo.

SORGO MULTICOLOR

Difficoltà: semplice

Tempo di preparazione: 1 ora circa (escluso tempo di ammollo e marinatura)

SORGO MULTICOLOR DI GIULIA GIUNTA

Ingredienti per 4 persone

  • 300 gr di sorgo decorticato
  • 600 gr di cavolo cappuccio viola pesato bollito
  • 250 gr pomodorini rossi, verdi e gialli
  • 200 gr di tofu al naturale
  • 1 limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di yogurt di soia al naturale (60 g circa)
  • sale alle erbe ed erbe aromatiche a piacere (basilico, prezzemolo, erba cipollina, finocchietto)
  • olio evo e sale

Procedimento

  1. Mettete il sorgo in ammollo per circa due ore e fate marinare il tofu tagliato a cubetti piccoli con un cucchiaio d’olio, uno di succo di limone, il sale alle erbe e lo spicchio d’aglio privato dell’anima interna.
  2. Tagliate il cavolo a pezzettoni e mettetelo in una casseruola con un litro e mezzo d’acqua fredda leggermente salata. Bollitelo a fuoco basso con coperchio per circa venti minuti, quindi scolatelo conservando il brodo di cottura.
  3. Pesate 200 grammi di cavolo cotto (il resto usatelo per altre preparazioni) e frullatelo con un frullatore a immersione insieme allo yogurt di soia e poco succo di limone, aggiustando a piacere di sale e di acidità.
  4. Sciacquate il sorgo e cuocetelo con coperchio per assorbimento in 800 grammi di brodo di cavolo, finché il brodo si sarà asciugato e il cereale cotto.
  5. Saltate i cubetti di tofu in padella con tutta la marinatura fin quando diventeranno croccanti e leggermente dorati.
  6. Eliminate l’aglio. Condite il sorgo con il tofu, i pomodorini a pezzetti, le erbe, della scorza di limone grattugiata e un filo d’olio, servendolo tiepido insieme alla salsa. È buono anche freddo.

Buon appetito.

Milano, 27/12/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.