UNA SANA INDIGNAZIONE

Sapete cosa manca all'essere umano? Una sana e semplice funzione, che tutti i computer di questo mondo possiedono: il reset. Tutto si spegne, tutto si annulla e come per magia tutto ricomincia di nuovo. Ecco cosa servirebbe all'essere umano: un sano e salutare Reset.

Pensieri che sorgono spontanei mentre ci apprestiamo a segnalarvi l'ennesima mancanza di rispetto nei confronti degli animali. maltrattati da vivi e umiliati da morti. Accade in questi giorni a Venezia, dove alcuni animali imbalsamati sono esposti in vetrina. Ne ha scritto il sito Veneziatoday.it offrendo tutti i dettagli: in bella – si fa per dire – mostra una testa di maiale, due ermellini impiccati, un riccio su una sorta di carrellino. La segnalazione arriva dal Gruppo Vegan Venezia e riguarda una mostra dal titolo "Inanimus – un bestiario contemporaneo", definita "tassidermia artistica": un'iniziativa nata con l'intento di "svelare al pubblico nuove dimensioni dell’arte".

Vegani rompiscatole? No, semplici osservatori della realtà che ci circonda e che giorno dopo giorno riserva agli animali gli atteggiamenti più crudeli, più ingiusti, più assurdi. "Riteniamo che questa funerea esposizione di corpi ridicolizzati neghi ogni dignità agli animali, li offenda e non educhi al necessario rispetto per loro – hanno dichiarato gli amici del Gruppo Vegan Venezia – creando anzi, orrore e/o compassionevole sofferenza. Sofferenza non certo mitigata dal leggere che 'gli animali sono morti per cause naturali'.

RV / Apr 18

Cliccate qui per leggere l'articolo apparso su Veneziatoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.