COMUNICATO STAMPA ORA – RISPETTO PER TUTTI GLI ANIMALI

Un comunicato Stampa di ORA – Rispetto per tutti gli animali per fare chiarezza su alcuni punti.

Come sappiamo tutti sono partite le raccolte firme per riuscire ad indire i referendum contro la caccia. Riceviamo in redazione un comunicato stampa di ORA – Rispetto per tutti gli animali che, oltre ad invitare a votare per tutti i referendum, vuole fare chiarezza su alcuni punti.

Il Movimento ORA – Rispetto per tutti gli animali invita coloro che, nel caso si recassero nel comune di residenza e non trovassero i moduli da firmare, a segnalare tempestivamente questa mancanza alla mail [email protected].

Comunicato stampa

Cara Amica, caro Amico,
sentiamo l’esigenza di fare più chiarezza sulle nostre proposte di referendum della legge 157/92 sulla ‘fauna selvatica omeoterma’ e quella sull’art. 842 del codice civile sulla impossibilità per i proprietari dei fondi di vietare l’ingresso ai cacciatori in assenza di particolari recinzioni e segnalazioni. Vorremmo anche evidenziare le differenze esistenti con iniziative analoghe attualmente in corso da parte del ‘Comitato sì aboliamo la caccia’. L’Ufficio legale del movimento ORA ha infatti studiato e realizzato – in quasi due anni di assiduo lavoro – un progetto referendario articolato su diversi quesiti, proprio per avere un ventaglio di possibilità a seconda dell’evolversi della situazione politica e del sentire della popolazione italiana.

Purtroppo le notizie che circolano sui media non sono del tutto corrette, generando una grande confusione, e a volte sono persino chiaramente non rispondenti alla realtà.

Vogliamo quindi chiarire che solo 3 dei 5 quesiti depositati sono stati scelti per essere adesso sottoposti alla firma degli elettori (le 500.000 firme) affinché possano essere (entro il 30 settembre) presi in considerazione dalla Corte di Cassazione e poi dalla Corte Costituzionale, al fine di valutarli e ammetterli a ‘referendum abrogativo’ da sottoporre al voto finale degli elettori tra il 15 aprile e il 15 giugno.

ORA REFERENDUM CACCIA

Questi sono:
1) il quesito sulla abrogazione parziale della legge 157/92, presentato e depositato da ORA Rispetto per tutti gli animali, ove essenzialmente si lasciano intatti gli articoli a tutela e regolamentazione della fauna selvatica, anche per quanto richiesto e/o imposto dalla UE, e si chiede di abrogare tutti gli altri che attribuiscono allo Stato di consentire il ‘prelievo venatorio’ (alias caccia) ai cittadini (compreso l’annullamento delle licenze del possesso di armi, le associazioni venatorie, ecc.).

2) il quesito sulla abrogazione dell’art. 842 del codice civile, presentato e depositato da ORA Rispetto per tutti gli animali. Tale quesito si è reso necessario per coerenza con quanto sopra, in quanto in pratica, visto al contrario, concede ai cacciatori di entrare e sparare nelle proprietà private se la recinzione
per impedirlo non sia fatta secondo quanto previsto dalla legge in riferimento (ossia oggi la 157/92).

Come è noto, è stato peraltro depositato in Corte di Cassazione un altro quesito riguardante l’abrogazione parziale della L. 157/92, che sarà anch’esso presentato agli elettori per la raccolta firme al fine di essere sottoposto a referendum, presentato e depositato dal ‘Comitato Sì Aboliamo la Caccia’ e dal
Movimento Ora Rispetto per tutti gli animali.

Desideriamo quindi chiarire la principale differenza fra i quesiti referendari depositati, invitandovi comunque a firmarli TUTTI e 3, nella speranza che almeno uno possa arrivare al referendum.

Infatti dopo aver raccolto le firme c’è il rischio che una delle due Corti interessate alla ammissione del quesito al vero e proprio referendum (C. di Cassazione prima per gli aspetti formali e C. Costituzionale dopo per quanto di competenza costituzionale) decida di bocciare la richiesta!

In dettaglio:
Il quesito referendario sulla abrogazione parziale della L. 157/92 di ‘ORA Rispetto per Tutti gli Animali’ rispetta essenzialmente, come sopra sintetizzato, quanto giuridicamente facente parte dei trattati internazionali (es. Trattato della UE) o relativo a norme di livello costituzionale, non assoggettabile a
referendum abrogativo in base alla Costituzione stessa (art. 75). In particolare, lascia nell’art. 2 della legge suddetta quanto richiesto dal regolamento della UE 1143/2014 (e altri relativi) riguardo agli animali definiti ‘esotici’ e considerati invasivi e dannosi. Rispetta inoltre quanto previsto dalla Costituzione in tema di sicurezza e salute dei cittadini, lasciando nell’articolo 19 il potere allo Stato e alle Regioni di effettuare abbattimenti selettivi, ma senza l’ausilio dei cacciatori (già eliminati), solo ove gli altri mezzi non cruenti non abbiano ottenuto il risultato desiderato e sentite le autorità competenti.

Il referendum del ‘Comitato Sì Aboliamo la Caccia’ e di ORA Rispetto per Tutti gli Animali invece chiede di abrogare anche quanto sopra, col rischio di essere considerato “anticostituzionale” e quindi di essere respinto (dopo la raccolta firme).
Considerata la posizione del Parlamento e dell’UE in materia di venatoria, il movimento ORA ha infatti deciso di presentare un quesito meno restrittivo, per avere una possibilità REALE di vietare la caccia in Italia almeno come ‘sport’. Ovviamente anche noi desideriamo l’abolizione della caccia a 360°, ma abbiamo dovuto scegliere se accontentarci di togliere i fucili dalle mani dei cittadini per scopi ricreativi legittimandoli solo in mano a professionisti dello Stato per ragioni ‘comunitarie e costituzionali’, ovvero rischiare che il quesito sulla abrogazione parziale della L. 157/92 sia respinto, vanificando così le speranze dei 500.000 e più cittadini firmatari e quel che è peggio non riuscendo a eliminare la caccia, quindi condannando a morte certa migliaia e migliaia di esseri senzienti non umani.

Speriamo che questo comunicato possa contribuire a far luce sul nostro operato e ti rinnoviamo l’invito a offrirci il tuo sostegno.
Ti preghiamo di attivarti subito, abbiamo poco tempo: ogni firma è una vita salvata!

Grazie da tutti noi, e grazie anche dagli splendidi Selvatici!

Milano, 19/07/2021 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.