BASTA PELLICCE NEL REGNO UNITO

50 personalità britanniche hanno inviato questa settimana una lettera al Primo Ministro Boris Johnson chiedendo di attuare un divieto di vendita di pellicce di animali nel Regno Unito.

Anche Brian May ci mette la faccia.

La lettera è stata inviata a sostegno della campagna Fur Free Britain, organizzata da una coalizione di gruppi per i diritti degli animali, ed è stata firmata, tra gli altri,  dal chitarrista dei Queen Brian May, dal comico Ricky Gervais, e dalla musicista vegana Leona Lewis.

Sebbene l’allevamento di animali da pelliccia sia illegale nel Regno Unito dal 2003, il governo non ha ratificato il divieto di vendita di questi capi di abbigliamento così crudelmente generati.

Cosa ci chiede questo sguardo?

“Finché la Gran Bretagna consente la vendita di pellicce, prodotte all’estero – si legge nella lettera appello –  restiamo complici di un’attività crudele che causa immense sofferenze agli animali, danni ambientali e presenta anche rischi per la salute umana attraverso la diffusione di virus mortali.

RV – Feb 21

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *