I FORMAGGI VEGETALI AUTOPRODOTTI BY MARIKA

Abbiamo conosciuto Marika in occasione di un evento presso un rifugio e ci aveva colpito il suo entusiasmo per l’autoproduzione dei formaggi vegetali quindi è stato automatico chiederle di raccontare per MangiaVeg.it i segreti per produrli.

Marika, per gli amici Ika, ha fatto dei passi da gigante da quando l’abbiamo incontrata. Era già una brava cuoca Vegan, ora è bravissima e la sua pagina FB “A tavola con Etika” e il suo profilo Instagram sono molto seguiti.

Marika si presenta

Si è avvicinata alla cucina Vegan per prendere gli amici per la gola ed avvicinarli ad un’alimentazione cruelty free e, di sicuro, le sue produzioni di formaggi vegetali conquisteranno anche i vegetariani più irriducibili che non riescono a rinunciare ai prodotti caseari.

Mettetevi anche voi alla prova con le sue ricette!

Note: La rubrica è composta da più puntate, l’articolo viene automaticamente aggiornato ad ogni nuova puntata. In prima posizione la ricetta più recente.

LA FETA ALLE ERBE DI MARIKA – Difficoltà: media

Tempo di realizzazione 15′ – Riposo 6-8 ore

FETA ALLE ERBE DI MARIKA
MARIKA - FETA ALLE ERBE

Ingredienti:

  • 220 gr di tofu al natura
  • 50 ml di olio di cocco fuso
  • 60 ml di succo di limone
  • 15 ml di aceto di sidro di mele crudo
  • 15 gr di sale fino integrale
  • 2 gr di cipolla in polvere
  • 2 gr di origano secco
  • 2 gr di maggiorana secca
  • 4 gr di basilico essicato

Procedimento:

  1. Scolare il tofu e asciugarlo con un canovaccio pulito.
  2. Inserirlo nel mixer da cucina a pezzetti. Aggiungere il succo di limone, l’olio di cocco fuso ,l’aceto, il sale e la cipolla.
  3. Frullare fino a raggiungere un composto liscio.
  4. Aggiungere anche le erbe essiccate e frullare nuovamente.
  5. Trasferire il composto in un contenitore di forma rettangolare rivestito di pellicola o garza da formaggio.
  6. Stenderlo bene, con una spatola, levigando la superficie.
  7. Conservare in frigo per 6-8 ore, in modo da amalgamare i sapori e rassodare il formaggio.
  8. Trascorso questo tempo, la feta alle erbe è pronta per essere utilizzata.
  9. In un contenitore sigillato si conserverà per circa 12 giorni.

IL VEGMIGIANO DI MARIKA – Difficoltà: facilissimo

Tempo di preparazione 15 minuti

IL VEGMIGIANO DI MARIKA

Ingredienti:

  • 140 gr di noci non ammollate
  • 25 gr di lievito alimentare in scaglie
  • 2 gr di sale marino

  • Esecuzione:

    Riunite gli ingredienti nel mixer da cucina. Frullate fino ad ottenere un impasto granuloso.

    Il vostro veg parmigiano è pronto.

    Si conserva in frigo in un contenitore ermetico per 4 settimane.

Procedimento:

  1. Riunite gli ingredienti nel mixer da cucina. Frullate fino ad ottenere un impasto granuloso.
  2. Il vostro veg parmigiano è pronto.

CREMA SPALMABILE AI SEMI DI GIRASOLE

Tempo di preparazione 15′

Difficoltà: Facile

17 – CREMA AI SEMI DI GIRASOLE – MARIKA


Ingredienti:

  • 200 gr di semi di girasole
  • 20 ml di olio Evo
  • 20 ml di olio di semi di girasole
  • Succo filtrato di 1 limone
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 mazzetto di basilico
  • Sale q.b.

Procedimento:

  1. Utilizzate un frullatore potente. Per prima cosa tritate i semi, dovrete polverizzarli ottenendo una consistenza pastosa.
  2. Poi aggiungete tutti gli altri ingredienti.
  3. Frullate bene. Dovrete ottenere una crema ben amalgamata.
  4. Trasferite in una ciotolina o in un barattolo di vetro. Se non consumate subito, coprite con un filo di olio evo. Si conserverà in frigo per 4 gg.

    Ottima spalmata su bruschette di pane tostato, decorato con basilico. Per farcire le piadine. Questa crema è anche una base per provare a fare le forme stagionate.

VEG RICOTTA SAPORITA DI MARIKA

Difficoltà: Media

Tempo di preparazione: 1 ora

Veg ricotta saporita- Marika

Ingredienti

  • 1 lt di bevanda di soia o bevanda di mandorle
  • 10 cucchiai di aceto di mele
  • Per insaporire: Sale, erbe aromatiche, spezie, misticanza di fiori secchi, funghi porcini essiccati…

Preparazione:

  1. In una pentola dai bordi alti portare ad ebollizione la bevanda di soia o mandorle, non appena inizia a schiumare, spegnere il fuoco.
    Aggiungere i 10 cucchiai di aceto, mescolare e lasciare riposare qualche minuto. Dopo poco la bevanda comincerà a cagliare.
  2. Raccogliete i fiocchi in un colino a maglie fitte e e sciacquateli delicatamente sotto l’acqua per eliminare il retrogusto acido dell’aceto.
  3. Trasferite i fiocchi in una fuscella per formaggi e lasciate sgocciolare l’acqua.
  4. A questo punto la ricotta è pronta per essere aromatizzata!
  5. Se la lascerete neutra, potrete poi zuccherarla e utilizzarla nella preparazione dolci. Altrimenti potrete condire la ricotta secondo la vostra fantasia e il vostro gusto, Le possibilità e gli abbinamenti sono davvero tanti:
    • Potrete aggiungere erbe aromatiche secche o fresche… spezie, io per esempio trovo delizioso aromatizzarla alla paprika affumicata.
    • Oppure fare un battuto di olive e pepe nero.
    • O ancora usare porcini secchi polverizzati.
  6. Una volta aromatizzata, la ricottina va delicatamente pressata nella fuscella, aiutandosi con il dorso di un cucchiaino.
  7. Dopodiché va lasciata riposare per 24 ore in frigorifero.

La ricotta potrà essere consumata così, oppure utilizzata come ripieno per torte salate, pasta fresca ripiena, lasagne!

Si conserva in frigo per 3-4 giorni.

CREMA FRESCA YOGURT E CIPOLLOTTO

Difficoltà: semplice

Tempo di preparazione: 20 minuti circa

Crema fresca yogurt e cipollotto – Marika

Ingredienti per due persone:

  • 125 gr di yogurt di soia al naturale
  • 1 cipollotto
  • Il succo di mezzo limone
  • 3 cucchiai di olio Evo
  • Sale alle erbe q.b.

Procedimento

  1. Mettete a colare lo yogurt in una garza dentro a un colino a maglie fitte, lasciate che perda acqua per almeno 15′.
  2. Intanto preparate un’emulsione con l’olio, il succo di limone e il sale alle erbe.
  3. Affettate finemente la parte verde del gambo del cipollotto e se amate i gusti decisi anche il cipollotto.
  4. Mettete lo yogurt colato in una ciotola e aggiungete l’emulsione e il cipollotto. Mescolate bene.
  5. Decorate con la parte verde del cipollotto e servite in accompagnamento a tartine, polpette, falafel, patate fritte, chips di tempeh, o quello che più vi piace.

Milano, 18/10/2020 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.