LETTERA APERTA DA PARTE DI BENEDETTO SARDO

Per Settimo Benedetto Sardo, cantautore genovese animalista, è arrivato il momento di scrivere una lettera aperta ai cittadini.

Abbiamo conosciuto Settimo Benedetto tempo fa e ci aveva presentato la sua clip animalista “C’è qualcosa che non va” che, su YouTube, aveva raggiunto quasi un milione e mezzo di visualizzazioni.

Per ascoltare l’intervista a Settimo Benedetto su RadioVeg.it, cliccare QUI.

Il video è stato poi penalizzato dal limite di età imposto dalla rete per le “immagini troppo forti di violenze sugli animali”.

“C’è qualcosa che non va”

Settimo Benedetto, però, non si è dato per vinto ed ha continuato a divulgare il concetto della non violenza, della civiltà e della salvaguardia della salute attraverso l’alimentazione veg tramite poster e manifesti e, in questo fine 2019, ha deciso di scrivere una lettera aperta ai cittadini in occasione dell’uscita del suo nuovo pezzo; “Che cuore hai” .

“Che cuore hai”

Ecco a voi i passaggi salienti della lettera aperta che Settimo Benedetto intende distribuire alla cittadinanza tramite volantinaggi nelle zone più frequentate di Genova.

“Ciao a tutti!
Sono …. Settimo Benedetto Sardo, da tempo impegnato in un tentativo di divulgazione della non violenza, della civiltà e della salvaguardia della salute attraverso l’alimentazione vegetariana e vegana.
Ci ho provato con poster e manifesti, con le canzoni e con i concerti, con il video “C’è qualcosa che non va” – you tube che google ha penalizzato imponendo il limite di età per immagini troppo forti di violenze su Animali. E’ vero che le immagini sono forti ma, purtroppo, maledettamente reali. E le verità terribili non devono mai essere nascoste. Adesso ci provo scrivendovi questa lettera aperta…

Io credo che tutti dobbiamo essere consapevoli che l’alimentazione carnivora non è altro che l’abitudine di nutrirsi con CADAVERI di esseri viventi … per l’avidità e la violenza insite negli esseri umani… vittime e cadaveri squartati, sezionati, spaccati a pezzi e presentati nei nostri piatti per mangiarli!

… In alcuni luoghi del mondo questa orribile fine la fanno anche i Cani e i Gatti. C’è qualcuno di noi che mangerebbe il suo Cane o il suo Gatto? … Spero di no! Ma allora se il Carlino no e il Siamese no perchè l’Agnellino e il Maialino invece si? La soluzione è molto semplice: NON PIU’ CADAVERI NEL PIATTO! Alziamo la testa e non sottostiamo passivamente alle abitudini economiche di un mondo solo finanziario! Se ci fanno mangiare i CADAVERI è solo per incentivare l’enorme business del settore alimentare e non certo perchè pensano alla nostra salute. Oltre all’inenarrabile e continuo sterminio di esseri viventi… , dobbiamo anche considerare che mangiare CADAVERI arreca serie malattie al nostro corpo che non è carnivoro anche se vogliono farci credere il contrario…

Lo so che è terribile ma purtroppo è così: chi fa business se ne frega della nostra salute…
Care Amiche e cari Amici, per il business ucciderebbero ancora di più e ci farebbero mangiare anche il cianuro!
Tutti i politici ormai parlano sempre di ambiente ma non ho sentito nessuno parlare dei nostri amici Animali che, dell’ambiente, sono i protagonisti principali! PARLIAMONE NOI!!! NON PIU’ CADAVERI NEL PIATTO! Insieme possiamo realizzare il più grande cambiamento e salvare un immenso numero di vite…

I nostri amici Animali sono, come noi, esseri viventi e il loro diritto alla vita va sempre rispettato e tutelato.
Concludo e ringrazio tutti voi per l’attenzione dedicatami.
Soltanto ancora concedetemi una domanda:
Siete favorevoli all’eliminazione dei CADAVERI di Animali dai nostri piatti?
Per favore, rispondetemi al seguente indirizzo: 7b@settimobenedettosardo.it
Un grande abbraccio. A presto”

Milano, 20/12/2019 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *