GRANAROLO PRONTA AL LANCIO DELLA GASTRONOMIA “VEG”. ON LINE IL 15% DEL BUDGET MEDIA

GRANAROLO PRONTA AL LANCIO DELLA GASTRONOMIA "VEG". ON LINE IL 15% DEL BUDGET MEDIA 

Dopo il successo della linea di jogurt e bevande di soia, il Gruppo bolognese si prepara a lanciare burger, polpette e piatti pronti a base 100% vegetale a scaffale e in comunicazione, terreno dove digital e social conquistano un ruolo di primo piano a fianco alla tv.

La tv al centro, ma anche tanto spazio a internet e social media: il 2016 pubblicitario di Granarolo si è aperto la scorsa settimana con il lancio del nuovo format istituzionale studiato con lo storico partner Nadler Larimer e Martinelli, in cui la classica associazione con il mondo del latte viene integrata con un più ampio posizionamento di “grande azienda agroalimentare italiana”.

In Granarolo per i prossimi mesi ci si concentra su due obiettivi:  da un lato per creare dei nuovi soggetti che includano tutti i nostri principali prodotti dairy nel nuovo format di comunicazione; dall’altro nella prima parte dell’anno si tornerà in comunicazione anche con la gamma Granarolo 100% Vegetale sia per rafforzare la gamma di yogurt di soia e bevande vegetali (soia, riso, cocco, mandorla, nocciola) che abbiamo lanciato nel corso del 2015 sia per annunciare l’ingresso di Granarolo 100% Vegetale nel mondo della gastronomia vegetale.

Secondo gli ultimi dati dell’Eurispes, i vegani in Italia aumentano al ritmo di 1.600 al giorno: erano il 6% nel 2013, sono diventati il 7,1% nel 2014 e l’8% nel 2015. Il trend che non è passato inosservato in casa Granarolo, tanto da indurre l’azie​nda a un allargamento della propria offerta: dopo avere lanciato la scorsa primavera la linea Granarolo 100% Vegetale, capace di realizzare oltre 14 milioni di fatturato di sell-out in GDO, il gruppo si prepara a portare anche burger e piatti pronti 100%vegetali  nel banco frigo dei supermercati italiani. Il lancio di Granarolo 100% vegetale è stato seguito da Service Plan Italia, agenzia che dal 2015 lavora su questa sub-brand Granarolo e che ha seguito anche il rilancio di Yomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.