BIBLIOVEG.IT – GREEN HILL IN DUE LIBRI

PER BAMBINI:

VALENTINA LIBERA TUTTI

AUTORI: Chiara PasqualottoMimmo Tringale

ILLUSTRATORE: Chiara Pasqualotto

TERRA NUOVA EDIZIONI

Valentina libera tutti è ispirata a una storia vera
La storia illustrata in queste pagine prende spunto da vicende realmente accadute nel laboratorio di Green Hill a Montichiari (Brescia), dove fino al 2012 sono stati allevati cani beagle destinati ai laboratori di tutta Europa.
Oltre che raccontare ai bambini con parole semplici il dramma della vivisezione, questo libro vuol essere anche un omaggio a tutte quelle persone e associazioni, in particolare la Lega anti-vivisezione (LAV), il Coordinamento Fermare Green Hil e Legambiente, che hanno reso possibile la chiusura dell’allevamento e la liberazione dei beagle.
Associazioni che ringraziamo anche per il sostegno alla diffusione di questo albo illustrato.

Dai 4 anni.

PER ADULTI:

OLTRE IL FINO SPINATO DI GREEN HILL

AUTORI: Gianluca Felicetti e Michela Kuan

EDIZIONI SONDA

Dopo il successo della prima edizione, andata esaurita in pochi mesi, questa nuova pubblicazione arricchisce il libro-simbolo sulla più eclatante battaglia contro la vivisezione, con dati e commenti, nazionali e internazionali, come la campagna contro l’uso di cavie per testare i detersivi (#CleanUpCruelty), la campagna pluriennale per liberare le scimmie dai laboratori e i processi contro alcuni colossi della vivisezione nel nostro Paese: in attesa del secondo grado di giudizio per Green Hill, presso il Tribunale di Lanciano nei prossimi mesi si aprirà il processo per uccisione di topi da parte della filiale sud dell’Istituto Mario Negri.

Gli autori, protagonisti della battaglia antivivisezionista, spiegano cosa è accaduto negli ultimi anni, i dati, il dibattito, gli ambiti applicativi (ricerca di base, farmacologica, chimica, didattica ecc.), i casi di cronaca più significativi, l’uso delle cavie umane, i metodi sostitutivi; la clamorosa battaglia contro Green Hill con la liberazione di 3.000 beagle, vicenda senza precedenti al mondo per così tanti animali «da laboratorio»E poi l’obiezione di coscienza alla vivisezione: l’Italia è l’unico Paese a garantire per legge a studenti e ricercatori questo diritto, grazie a una storica battaglia antivivisezionista, senza contare anche la direttiva europea, l’iniziativa dei cittadini per abrogarla, la nuova legge in vigore in Italia.

L’opinione dei ricercatori (con tutti i nomi e i volti), le testimonianze dei malati, le denunce degli attivisti e la sfida che lanciano alla ricerca sugli animali. Alla vivisezione, metodo mai validato scientificamente eppure in uso.

Esistono numerosi metodi alternativi alla sperimentazione animale tra cui i modelli informatici, le analisi chimiche, le indagini statistiche, gli organi bioartificiali, i microchip al DNA, i microcircuiti con cellule umane, i test in vitro. Il sostegno e lo sviluppo dei metodi di ricerca senza uso di animali deve diventare una priorità per il nostro Paese. 

 

Milano, 4/4/2019 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *