SQUALI E TIGRI, A LUGLIO GIORNATE INTERNAZIONALI A LORO DEDICATE

Nel corso del mese di luglio giornate dedicate alle due specie in pericolo di estinzione

Durante il mese di luglio giornate per celebrare e porre l’attenzione su squali e tigri, magnifici esemplari sempre più più in pericolo d’estinzione:

Per gli squali dall’11 al 18  luglio la “Shark awareness week

Gli squali rischiano di essere portati all’estinzione a causa della pesca eccessiva e lo sfruttamento, ogni anno, vengono uccisi tra i 63 e 273 milioni di esemplari!

Tutti i tipi di squali hanno bisogno di protezione ma in questo momento vi sono delle specie più vulnerabili, tra cui smeriglio, pinna bianca oceanica e tre tipi di martello che necessitano di un intervento radicale atto a prevenire la loro estinzione nei prossimi decenni.

Gli squali vengono catturati soprattutto per le loro pinne, una pratica barbara detta “finning” da utilizzare nella zuppa di pinne di squalo, una “prelibatezza in Asia”. Le pinne vengono tagliate e gli squali vengono rigettati in mare, spesso ancora vivi, dove li attende una lenta agonia e morte per dissanguamento e soffocamento.

Queste possenti creature apparse sul nostro pianeta circa 400 milioni di anni fa, crescono lentamente e impiegano anni per riprodursi, il che li rende vulnerabili alla pesca eccessiva e alla pesca detta “accidentale”.

squalo
Foto di Pexels da Pixabay

Boris Worm, un ricercatore della Dalhousie University di Halifax, ha dichiarato: “Biologicamente, gli squali semplicemente non possono tenere il passo con l’attuale tasso di sfruttamento e domanda. Le misure di protezione devono essere aumentate in modo significativo per evitare un ulteriore esaurimento e la possibile estinzione di molte specie di squali nel corso della nostra vita”.

Siamo noi i predatori. Gli umani hanno sferrato un assalto implacabile agli squali e il loro numero sta drasticamente diminuendo negli oceani del mondo causando uno squilibrio devastante negli ecosistemi marini.

Sea Shepherd, movimento internazionale ad azione diretta  per la conservazione degli oceani, si è rivolto ai cittadini europei per chiedere la fine del mercato di pinne di squalo nell’Unione Europea ed incrementare la protezione di questa fragile ma importante specie. Anche se l’attenzione nei confronti di questo massacro inutile e dannoso sta aumentando, c’è ancora moltissima strada da fare a livello globale, per la conservazione di questi animali antichissimi, che sono fondamentali nel mantenere gli oceani in salute.

29 Luglio, giornata mondiale della tigre

Continuando con specie in via d’estinzione segue “La Giornata internazionale della tigre” fissata il 29 luglio appunto per sensibilizzare le persone ad  aiutare a promuovere un sistema globale atto a proteggere le tigri e i loro habitat naturali.

Molteplici problemi affliggono questi fieri ed iconici felini che superano i 200 kg di peso fino ad arrivare ai 300 kg per le tigri siberiane , tutti causati dall’attività umana come il bracconaggio, gli insediamenti il disboscamento l’agricoltura intensiva con  la conseguente perdita di ecosistemi. Il commercio illegale di ossa e altre parti del corpo di tigri selvatiche ad uso “medicinale” e come “tonici”  e le loro pellicce utilizzate spesso nell’arredamento stanno portando ormai questa specie alla completa estinzione.

tigre
Foto di Pexels da Pixabay

Attualmente solo il 7% circa dell’areale storico delle tigri è ancora intatto. Ciò può aumentare il numero di conflitti tra questi grandi  felini, mentre cercano di individuare nuovi territori. Inoltre la diversità genetica è gravemente compromessa causando problemi di consanguineità.

Le tigri selvatiche un tempo vagavano per l’intero continente asiatico, ora sono diminuite di circa il 95% dall’inizio del XX secolo. Attualmente si stima che siano rimasti solo 3.900 esemplari in tutto il mondo. Paradossalmente, negli Stati Uniti ci sono più tigri in cattività di quante ne siano rimaste in libertà.

L’associazione inglese Wild Cats Conservation Alliance  ha avviato una campagna di raccolta fondi da destinare alla tutela e conservazione di questi magnifici felini e i loro habitat. Ed i governi stanno inasprendo le pene contro il bracconaggio e il commercio illegale di prodotti derivanti dalle tigri per scongiurare la loro completa estinzione.

Ora mi chiedo…ma perché gli esseri umani devono sempre arrivare alla quasi completa estinzione di una specie per poi intraprendere una corsa frenetica contro il tempo per salvaguardarla?

Per altre curiosità sulle giornate internazionali, clicca QUI.

Valentina Scorcia

Milano, 01/07/2021- IM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.