ECUADOR: ANIMALI SELVATICI SOGGETTO DI DIRITTO

Per la Corte dell’Ecuador gli animali selvatici sono soggetti di diritto – Alessandra Tedeschi

Gli animali selvatici sono soggetti di diritto. Lo ha deciso la Corte dell’Ecuador con una sentenza storica.

ecuador bandiera

La sentenza è intervenuta a seguito di un episodio verificatosi nel 2019 che riguardava una scimmia deceduta dopo esser stata sequestrata e rinchiusa in uno zoo.

E’ quanto riferisce un articolo pubblicato su Green Me.

scimmia ecuador

La scimmia Estrellita

La decisione di considerare gli animali selvatici titolari di diritti è stata presa dalla Corte dell’Ecuador a seguito del caso di una scimmia di nome Estrellita.

La scimmia, alla tenera età di un mese, era stata strappata dal suo habitat naturale e tenuta illegalmente come animale domestico per 18 anni. Nel 2019 le autorità avevano disposto il sequestro della scimmia ed il suo trasferimento in uno zoo. Il proprietario della scimmia aveva lanciato una petizione chiedendo che Estrellita gli venisse restituita.

Ma la scimmia era stata trasferita allo zoo dove, nel giro di un mese, era deceduta.   

La Corte dell’Ecuador ha stabilito che sia il proprietario che le autorità avevano violato i diritti della scimmia.

Rights of Nature

ecuador lama

La sentenza relativa al caso della scimmia Estrellita conferisce per la prima volta agli animali selvatici i cosiddetti “Rights of Nature” ossia i “Diritti naturali”.

Sebbene i diritti naturali fossero già sanciti dalla Costituzione dell’Ecuador, prima di questa decisione non era chiaro se i singoli animali selvatici potessero beneficiarne ed essere considerati titolari dei diritti in quanto parte della natura.

Ora, “con questa sentenza, la Corte dell’Ecuador ha decretato che gli animali selvatici in quanto parte della natura hanno il diritto di non essere cacciati, pescati, catturati, raccolti, estratti, detenuti, trattenuti, trafficati, commerciati o scambiati così come hanno diritto al libero sviluppo del loro comportamento animale che include la garanzia di non essere addomesticati e di non essere costretti ad assimilare caratteristiche o apparenze imposte dagli esseri umani”. Questo quanto dichiarato dall’avvocato per l’ambiente Hugo Echeverría in una conferenza stampa relativa alla sentenza dell’Ecuador che sancisce i diritti degli animali selvatici.

I diritti degli animali selvatici punto per punto

Ecco nello specifico tutti i diritti riconosciuti dall’Ecuador agli animali selvatici:

  • diritto di esistere (paragrafo 111)
  • diritto a non essere cacciato, pescato, catturato, raccolto, estratto, detenuto, detenuto, trafficato, commerciato o scambiato (paragrafo 112)
  • diritto al libero sviluppo del proprio comportamento animale (paragrafo 113)
  • diritto alla libertà e al buon vivere (comma 119)
  • diritto all’alimentazione secondo le esigenze nutrizionali della specie, avendo accesso ad adeguate quantità di cibo e acqua per mantenerli in salute(paragrafo 137)
  • diritto a vivere in armonia (comma 119).
  • diritto alla salute (comma 119)
  • diritto all’habitat (punto 119)
  • diritto di pretendere i propri diritti dalle autorità competenti (comma 121)
  • diritto all’integrità fisica, mentale e sessuale (paragrafo 133)
  • diritto a vivere in un ambiente adatto a ciascuna specie, con adeguate condizioni di riparo e riposo (comma 137)
  • diritto alla vita in un ambiente privo di violenza, nonché in un ambiente libero da crudeltà, paura e angoscia (paragrafo 137).

Non resta che augurarsi che altri paesi seguano l’esempio dell’Ecuador e riconoscano al più presto gli animali selvatici quali titolari dei suddetti diritti.

Alessandra Tedeschi

Milano, 03/04/2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.