FUNNY VEGAN 46, LETTURA DI FINE ESTATE

Dopo la strana estate quella del 2020, piena di incertezze e dubbi, c’è tanta voglia di routine e sicurezza ed ecco dunque che, a farci compagnia, arriva quel che è diventato un punto fermo di riferimento: Funny Vegan.

La rivista è arrivata al numero 46 e, come sempre, è molto piacevole da leggere. Ottima compagnia per gli ultimi giorni dei vacanza in spiaggia, immersi nel verde oppure da casa dove sfogliare Funny Vegan è di sicuro conforto.

Come è di conforto, per chi non ama cucinare, l’argomento trainante di questo numero: i pasti veloci.

Ci fa piacere, anche questa volta, riportare l’editoriale di Sonia Giuliodori, ma prima vogliamo informare che sarà possibile acquistare la rivista anche durante l’evento Vegimagna del 5 e 6 settembre.

Cooking fast and never die!

La nostra generazione è, sempre di più, immersa nella cultura del tutto e subito. I nostri figli crescono abituandosi ad avere la pappa pronta. Come fare per adattarsi? No, non stiamo suggerendo scorciatoie nel lavoro e nella vita, ma solo in cucina! C’è chi pensa che la nonna si rivolterebbe nella tomba a veder scaldare cibi al microonde, ma siete sicuri che invece non farebbe salti di gioia?

Non a tutti piace cucinare e, soprattutto quando si hanno poco tempo o voglia, perché non ricorrere a piccoli aiuti? Purché si tratti di ingredienti sani, semplici e naturali, cosa c’è di male se sono anche veloci da preparare? Il convenience food alla fine non significa altro che comodità e praticità e può essere un vantaggio in molte circostanze.

Se non ci va particolarmente a genio la cottura al microonde (io sono di questa opinione, ma sorvoliamo perché aprirei un dibattito lungo e travagliato vista la disparità di vedute in redazione) i prodotti precotti possono essere scaldati anche in padella o nel forno tradizionale, impiegando comunque pochi minuti.

Da anni ormai i comportamenti sono cambiati e vanno verso una riduzione dei tempi dedicati ai fornelli. Il mito della nonna come un libro di cucina vivente, che dispensa lezioni a nipoti e figli sulla pasta fatta in casa, oggi è appunto un mito e, in quanto tale, non esiste. Le ricette più ricercate sul web, secondo i Google Trends, sono quelle facili e veloci da preparare. Il cibo è diventato sempre più “mobile”, tra spostamenti e impegni di lavoro fuori casa si è persa l’abitudine di consumare tre pasti al giorno, spesso sostituiti da spuntini veloci. Un dato inquietante poi arriva dagli Stati Uniti: il 15% dei pasti viene mangiato addirittura in auto, come riporta la pubblicazione del Barilla Center for Food & Nutrition L’alimentazione nel 2030: tendenze e prospettive.

Ed è proprio là, oltreoceano, che è nata la catena Dream Dinners, che propone “cene fai-da-te”, dove i clienti possono preparare rapidamente i pasti secondo le esigenze individuali, selezionando gli ingredienti di cui hanno bisogno online, per poi ritirare nel negozio più vicino il tutto già tagliato e assemblato, pronto da portare a casa per essere cucinato o messo in freezer.

Anche se in Italia, patria della buona tavola, la realtà è abbastanza differente, ci stiamo però avvicinando a questi modelli di consumo, soprattutto in relazione alla crescita di persone che vivono sole. I single sono infatti il target perfetto dei piatti pronti o quasi: un primo surgelato da saltare in padella, un secondo da mettere in forno e un gelato da gustare come dessert. Sfido persino gli avversari più irriducibili dei cibi pronti a non aver ceduto almeno una volta alla loro praticità. Chi non ha mai acquistato un’insalata pronta in sacchetto si faccia avanti!

Su questi presupposti è nato il numero 46 di FV, nel quale sono presenti ricette semplici e veloci, realizzate con ingredienti che prevedono cotture rapide, per sopravvivere in cucina senza stress, ma senza rinunciare a gusto e benessere.
Non ce ne vogliano i nostri chef, che sfornano piatti gustosi e prelibati e insegnano alla FunnyVeg Academy come realizzarli. Ma sappiamo che per loro c’è sempre tempo!

Milano, 18/08/2020 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *