SNOWBOARD CROSS: TOMMASO LEONI, CAMPIONE VEGAN

Tommaso Leoni, atleta vegan di snowboard cross, si racconta ai microfoni di RadioVeg.it

L’intervista

Tommaso Leoni, campione vegan di snowboard cross
Lo snowboard cross

Sportivo da sempre, inizia a prendere confidenza con il mondo dello sport praticando lo sci di fondo, che però non lo appassiona.

Grazie allo Ski College Veneto – Falcade, si avvicina alla disciplina dello snowboard, per poi specializzarsi, appunto, nello snowboard cross.

La convocazione nella squadra nazionale di Coppa Europa, all’età di 19 anni, rappresenta il suo primo importante traguardo, al quale però ne sono seguiti molti altri: è arrivata infatti la prima vittoria in Coppa Europa, che gli è valsa l’entrata nel Team Nazionale di Coppa del Mondo, e poi la partecipazione alle Olimpiadi di Sochi, coronamento di un sogno che ha ripagato tutti i sacrifici fatti. Nonostante alcuni infortuni l’abbiano obbligato a degli stop temporanei, Tommaso è recentemente riuscito a diventare anche campione italiano. La sua prossima sfida? La qualificazione alle Olimpiadi! Pochissimi posti disponibili ma tantissima voglia di farcela.

La scelta Vegan di Tommaso

Più stai a contatto con la natura, più ti accorgi che è in difficoltà. La natura è il nostro presente, e il nostro futuro.

Tommaso Leoni e la sua vittoria

Vegetariano per molto tempo, vegano ormai da 3 anni, Tommaso è ben consapevole dell’impatto che le nostre scelte alimentari possono avere sul Pianeta. La consapevolezza che gli allevamenti intensivi rappresentano una delle principali cause dell’inquinamento globale lo ha convinto che la scelta veg è la migliore in assoluto: per gli animali, per l’ambiente, e per la nostra salute. Questa stessa scelta che lo ha portato ad avere non solo grandi benefici fisici, ma anche miglioramenti nelle prestazioni sportive.

L’infanzia trascorsa in mezzo agli animali – i suoi genitori gestivano un agriturismo – gli ha fatto apprezzare la vita a contatto con la natura, ma gli ha anche fatto capire quanto sia culturalmente radicata nelle persone l’abitudine a nutrirsi di prodotti di origine animale.

Ad Asiago, suo paese di provenienza, questa cultura è ancora molto forte, sebbene alcuni locali stiano iniziando a proporre delle opzioni vegane. La strada è ancora lunga ma qualcosa si muove.. dopotutto, come dice Tommaso – e come dargli torto- il movimento vegano è nato apposta per cambiare abitudini e tradizioni “sorpassate” da un punto di vista etico.. e RadioVeg.it è nata anche per questo!

Ci sono però tante altre belle storie di atleti vegan:le storie di Andreas e di Robbie sono solo un esempio!

Milano, 15/06/2021 – EB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.