MANGIAVEG.IT – TERZA STAGIONE

MangiaVeg.it – terza stagione, continua la collaborazione con gli chef della seconda stagione.

Ricordiamo chi sono i protagonisti di questa nuova stagione e i temi che affrontano:

BOMBOLONI VEGANI ALLA CREMA – DIFFICOLTA’: MEDIA

PREPARAZIONE 4 ore 40 minuti – COTTURA 4 minuti – TEMPO TOTALE 4 ore 44 minuti

BOMBOLONI ALLA CREMA – FRANCESCA
BOMBOLONI - FRANCESCA
BOMBOPLONI ALLA CREMA – FRANCESCA MILITELLO

Ingredienti per 12 bomboloni

  •  250 g di farina
  •  80 ml di latte vegetale tiepido
  •  40 ml di olio di oliva
  •  40 g di zucchero di canna
  •  4 cucchiai di yogurt vegetale bianco/agrumi
  •  6 g di lievito di birra
  •  1 limone (scorza grattuggiata)
  •  1 arancia (scorza grattugiata)

Per friggere:

  •  Abbondante olio di sesamo/ semi di arachide/semi di girasole

Per la crema pasticcera:

  •  250 ml di latte vegetale
  •  50 g di zucchero di canna
  •  20 g di maizena
  •  2 cucchiaini di limoncello
  •  ½ bacca di vaniglia (semi)

Procedimento:

  1. In una ciotola sciogliamo il lievito con il latte vegetale tiepido, uniamo l’olio e setacciamovi all’interno la farina. Iniziamo a mescolare, poi inseriamo gradatamente lo yogurt, le scorze grattugiate, infine il sale. Se non dovesse amalgamarsi bene il tutto, aggiungete poco latte vegetale.
  2. Impastiamo energicamente il tutto fino ad ottenere una consistenza morbida e omogenea, poniamo in un contenitore e lasciamo raddoppiare di volume:  180 minuti circa, in forno, con luce accesa.
  3. Nel frattempo prepariamo la crema pasticcera senza uova: mettiamo i liquidi in un pentolino, uniamo a freddo i solidi, mescoliamo, accendiamo il fuoco e portiamo a bollare sempre mescolando. Facciamola raffreddare coperta.
  4. Una volta che l’impasto avrà raddoppiato di volume, infariniamo il piano e stendiamolo con il mattarello, dello spessore di circa 1,5 cm e ricaviamone dei cerchi con un bicchiere.
  5. Poniamo nuovamente a lievitare su una spianatoia infarinata, ben distanziati fra loro e coperti da un canovaccio umido per  90 minuti circa, fino a che non avranno raddoppiato di volume.
  6. In un pentolino mettiamo abbondante olio di semi e facciamolo scaldare alla temperatura di 170°. Facciamo molta attenzione a non superare questa temperatura poiché i nostri bomboloni vegani rischierebbero di bruciarsi fuori, ma di non cuocersi a sufficienza all’interno. 
  7. Immergiamo quindi i bomboloni in olio ben caldo, non più di tre alla volta, se necessario abbassiamo il fuoco e facciamo cuocere circa due minuti per lato. Scoliamo su carta assorbente.
  8. Una volta intiepidite, farciamo a piacere i bomboloni vegani con la crema oppure con crema al cioccolato!
  9. Consiglio: I bomboloni sono ideali mangiati appena fatti, meglio se ancora tiepidi! Se avanzano conserva

SPAGHETTI o GNOCCHI AL ROSSO DI SERA – Difficoltà: Facile

SPAGHETTI ROSSO DI SERA – MARINA

Ingredienti X 2:

GNOCCHI ROSSO DI SERA
GNOCCHI ROSSO DI SERA – MARINA
  • 180 g di spaghetti di grani antichi o integrali – oppure gnocchi
  • 250 g di rape rosse già cotte
  • Succo di mezzo limone biologico + la scorza di un quarto dello steso limone (solo la parte esterna gialla)
  • un rametto di rosmarino
  • una manciata di noci, una mandorle, una di pinoli
  • una manciata di semi di zucca e una di semi di girasole
  • olio extra vergine d’oliva
  • mezzo spicchio di aglio
  • sale
  • pepe nero
  • 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie

Procedimento:

Portate ad ebollizione abbondante acqua per la cottura della pasta.

  1. Tagliate a pezzi grossolani le rape e mettetele nel bicchiere del mixer ad immersione insieme a sale, pepe nero, tre cucchiai di acqua bollente , succo e scorza del limone (mezzo limone per il succo, 1/4 per la scorza), un po’ di olio di extravergine di oliva, il lievito alimentare e il mezzo spicchio di aglio.
  2. Frullate fino ad ottenere una crema morbida (se necessario aggiungete altra acqua bollente).
  3. Mettete in cottura la pasta.
  4. In un tritatutto mettete i semi e la frutta secca con gli aghi di rosmarino, tritate grossolanamente e tenete da parte
  5. Scolate la pasta al dente (conservando l’acqua), e unitela alla crema insieme a tre cucchiai di acqua di cottura.
  6. Girate bene e togliete dal fuoco, unite il trito e servite.

BOMBE DI TOFU – DIFFICOLTA’: media

Ricetta con opzione friggitrice ad aria
BOMBE DI TOFU – DIFFICOLTA’ – FELICIA
magniaveg.it - bombe di tofu

Ed ora prendete una Bomba di tofu, mordetela e preparatevi… è in arrivo un esplosione di gusto!!!
Incredibile… una semplice, ma esplosiva goccia di pesto danzerà con le vostre papille gustative mandandole in estasi!!!

Ingredienti per l’esplosivo (ripieno):

  • 250 ml di acqua
  • 50 gr di pesto
  • 3 gr di agar agar in polvere

Ingredienti per le 16 bombe:

  • 550 gr di tofu al naturale
  • 100 gr di amido di mais
  • il succo di 1/2 limone
  • 2 cucchiai di succo di zenzero
  • sale integrale a piacere pepe bianco a piacere

Procedimento:

Da fare il giorno prima.

  1. E’ importante preparare il ripieno il giorno precedente per permettergli di solidificarsi.
  2. In una casseruola fate bollire per 5 minuti l’acqua con l’agar agar, togliete dal fuoco e aggiungete il pesto, mescolate con cura utilizzando una frusta e versatelo in un contenitore a misura in modo da ottenere un strato di gelatina di pesto alta 8 mm circa.
  3. Fate raffreddare, successivamente gelatificare in frigorifero.


Il giorno seguente preparate le bombe.

  1. Tagliate a pezzetti il tofu, se dovesse risultare troppo umido, pressatelo con un batticarne facendo fuoriuscire più acqua possibile e versatelo in un robot da cucina, tritatelo finemente, aggiungete l’amido di mais (poco alla volta) il succo del limone, il succo di zenzero, il sale e poco pepe.
  2. Continuate a frullare aggiungendo l’amido di mais sino a quando si formerà una palla compatta e modellabile.
  3. Assaggiate e aggiustate di sapore.
  4. Trasferite l’impasto di tofu in un contenitore e fatelo riposare in frigorifero per almeno 2 ore.

La quantità di amido di mais potrebbe variare, dipende dalla consistenza del vostro tofu.

  1. Riprendete il tofu e suddividetelo in palline, tagliate a cubetti la gelatina di pesto, appiattite ogni singola pallina e posizionate al centro il pesto, richiudete il dischetto di tofu sul cubetto di pesto modellandolo a pallina.
  2. Adagiate tutte le palline su un foglio di carta forno e infarinatele leggermente con l’amido di mais.
  3. Preparate una emulsione formata da una parte di olio di semi bio e tre di acqua, spennellate con la soluzione le Bombe di tofu.
  4. Ora potete procedere alla cottura.

Se desiderate potete utilizzare sia il forno che la friggitrice ad aria.
Nel forno: preriscaldatelo a 190°C, adagiate le Bombe di tofu su una teglia, infornate e cuocete per circa 12 minuti girando a metà cottura, se necessario proseguite ancora qualche minuto sino a raggiungere un leggera doratura.
Nella friggitrice ad aria: preriscaldate la friggitrice per pochi minuti, adagiate le Bombe nel cassetto della friggitrice e procedete alla cottura a 200°C per 10 minuti, girandole a metà cottura.
Sfornate, fate riposare qualche minuto (è necessario altrimenti vi scottate) e gustate!!!

Note:* Preparare le palline di tofu e i cubetti di gelatina di pesto in pari quantità, in ogni caso se vi dovesse avanzare della gelatina di pesto non c’è problema, potete aggiungerla a sugo della pasta, ad un hummus o dove lo gradite.* Scegliete il contenitore dove verserete la gelatina di pesto in anticipo, misurate la dimensione versando 250 ml di acqua.
*
Non tutti gli agar agar sono uguali!!! verificate le dosi consigliate dal produttore.

COOKIES FARINA DI MANDORLE E CIOCCOLATO – DIFFICOLTA’: Facile

COOKIES FARINA DI MANDORLE E CIOCCOLATO DI LIBERA
COOKIES DI LIBERA

Tempo di preparazione: 30 minuti + almeno 1 ora di riposo in frigorifero

Utensili: coltello in ceramica.

Ingredienti per circa 20 biscotti

  • 100 grammi di farina integrale
  • 100 grammi di farina di mandorle
  • 60 grammi di burro di cacao
  • 30 grammi di zucchero di canna grezzo integrale
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci senza aggiunta di aromi artificiali
  • 1 cucchiaio di gocce di cioccolato fondente

Procedimento

  1. Facciamo sciogliere a fuoco dolce i bottoncini di burro di cacao e lasciamo raffreddare. In una ciotola versiamo le farine, lo zucchero e il lievito e uniamo il burro di cacao. Impastiamo anche con l’aiuto di un robot da cucina se possibile. Aggiungiamo le gocce di cioccolato. Se l’impasto tende a sbriciolarsi aggiungiamo un pochino d’acqua (ne basta pochissima per amalgamare l’impasto), formiamo una palla e lasciamola raffreddare in frigorifero avvolta nella pellicola per 20 minuti circa.
  2. Formiamo un cilindro che lasciamo riposare 1 o 2 ore in frigorifero avvolto da carta forno (chiudiamo il cilindro come se fosse una caramella).
  3. Tagliamo dei dischi con l’aiuto di un coltello di ceramica e inforniamo a 180 gradi per 5/7 minuti. Sforniamo appena vediamo i bordi che iniziano a colorarsi.

MINESTRONE BIANCO ALLA PIEMONTESE – Difficoltà: facile

MINESTRONE BIANCO ALLA PIEMONTESE

Tempo di preparazione 15 minuti + un’ora di cottura (+eventualmente il tempo di cottura della pasta o del cereale scelto)

MINESTRONE BIANCO DI LIDIA

Ingredienti per 4 persone

  • 70 gr porro già mondato
  • 70 gr cipolla già mondata
  • 70 gr scalogno sbucciato
  • 140 gr patate sbucciate
  • 70 gr sedano pulito
  • 70 gr finocchio pulito
  • 140 gr topinambur sbucciati (i topinambur si possono anche solo spazzolare con una spazzolina per togliere un po’ della buccia che è molto sottile)
  • 3 foglie cavolo verza
  • 1 cucchiaio sale grosso
  • 4 cucchiai olio evo
  • 900 gr acqua
  • 2 foglie salvia
  • 240 gr fagioli di Spagna lessati

Procedimento:

  1. Mettete nel boccale la cipolla tagliata a pezzi, il porro a pezzi, la salvia e lo scalogno 4 sec vel 6.
  2. Aggiungere l’olio 3 min, 100° vel 1. Aggiungete la patata e il sedano tagliati a pezzi 4 sec vel 5, aggiungete mezzo bicchiere di acqua e impostare 100°, 5 minuti, vel 1, senza misurino.
  3. Aggiungete il resto delle verdure tagliate a pezzetti, i fagioli, il resto dell’acqua, il sale. Finire la cottura con il misurino inserito.
  4. Controllate la densità e la grandezza dei pezzi: se vi piace più brodosa aggiungete un po’ d’acqua. Se la volete più fine frullate pochi secondi a vel 4-5.
  5. Servire con crostini di pane tostato oppure con pasta, riso, orzo o farro, fatti cuocere con antiorario per il tempo indicato nella confezione. Servire con un giro di olio evo

Senza robot da cucina:

  1. Tritate abbastanza finemente porro, cipolla, salvia e scalogno e far soffriggere 5 minuti in una pentola con l’olio.
  2. Aggiungete le patate e il sedano a pezzetti piccoli e mezzo bicchiere d’acqua. Far evaporare l’acqua.
  3. Aggiungere tutte le altre verdure a pezzetti, i fagioli, l’acqua rimasta, il sale.
  4. Cuocere con coperchio per circa un’ora, diluendo un po’ se vi piace più brodoso. Se lo volete con una parte più cremosa tritatelo con il minipimer fino a ottenere la consistenza desiderata.
  5. Si può servire con crostini di pane tostato o con pasta, riso, orzo o farro, fatti cuocere per il tempo indicato nella confezione. Servire con un giro di olio evo.

SPAGHETTI DI BATATA AL PESTO DI BARBABIETOLA – Difficoltà: facilissimo

Tempo di preparazione 5 minuti

SPAGHETTI DI BATATA – STEFANO MOMENTÈ
batata
Foto di ivabalk da Pixabay

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 batate
  • 300 gr di barbabietole rosse, crude, al netto
  • 100 gr di semi di girasole
  • 3 cucchiai di mandorle pelate
  • 5 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • 1 mazzo di basilico
  • 2 – 3 spicchi di aglio
  • 1 limone (il succo)
  • 1/2 bicchiere d’acqua
  • 4 cucchiaidi olio evo
  • sale, pepe q.b.

Procedimento:

Utensili:

Spiralizer, attrezzo adatto a fare gli spaghetti di verdure, oppure possiamo usare anche un pelapatate.

Procedimento:

  1. Laviamo e peliamo le batate, le passiamo allo spiralizer e mettiamo gli spaghetti ottenuti in una ciotola.
  2. Spolverizziamo di sale e lasciamo da parte una mezz’oretta.
  3. Nel frattempo mettiamo nel nostro blender le barbabietole pelate, le mandorle, gli spicchi d’aglio i semi di girasole, il basilico, il lievito alimentare, l’olio, il succo del limone e il mezzo bicchiere d’acqua
  4. Frulliamo bene il tutto.
  5. Versiamo il pesto sugli spaghetti e buon appetito.

MUFFIN AI TRE COLORI – Difficoltà: medio/facile

MUFFIN AI TRE COLORI – GIULIA

Tempo di preparazione: 1 ora circa

MUFFIN AI TRE COLORI – GIULIA

Utensili: ciotola, grattugia, frusta, bilancia, stampini per muffin, pennello da cucina

Ingredienti per 12 muffin (4 per ogni colore)

  • 100 g di farina di riso
  • 80 g di farina di ceci
  • 40 g di farina di grano saraceno
  • 12 g di lievito istantaneo per dolci e torte salate
  • 6 g di sale fino
  • 300 g di bevanda di soia al naturale
  • 60 g di olio evo

Per il giallo

  • 40 g di carota arancione grattugiata
  • ½ bustina di zafferano

Per il verde

  • 40 g di peperone verde grattugiato o tritato fine
  • 1 cucchiaino raso di spirulina o chlorella in polvere

Per il viola

  • 40 g di carota viola grattugiata
  • 1 cucchiaio di açaí in polvere

Procedimento

  1. Amalgamate insieme in una ciotola le tre farine, il lievito e il sale.
  2. Versate in un altro contenitore l’olio e la bevanda vegetale, emulsionateli e versateli sul mix di farine mescolando con una frusta. 
  3. Dividete l’impasto ottenuto in tre parti uguali e aggiungete a una la carota arancione e lo zafferano (precedentemente sciolto in pochissima acqua calda), alla seconda il peperone verde e la spirulina o la chlorella e alla terza la carota viola e l’açaí.
  4. Mescolate bene con la frusta separatamente i tre composti colorati e quindi versateli negli appositi stampini per muffin, unti d’olio con un pennello e infarinati con farina di riso.
  5. Infornateli a 180°C per 25/30 minuti.
  6. Servite tiepidi o a temperatura ambiente.

PANGOCCIOLI SOFFICISSIMI DI FRANCESCA – DIFFICOLTA’: MEDIA

PREPARAZIONE 6 ore – COTTURA 25 minuti – TEMPO TOTALE 6 ore 25 minuti

PANGOCCILI MORBIDI – FRANCESCA

Ingredienti per 8 palline:

PANGOCCIOLI SOFFICISSIM - FRANCESCA
PANGOCCILI SOFFICISSIMI – FRANCESCA MILITELLO
  •  250 g di farina
  •  125 g di latte vegetale (soia o altro)
  •  50 g di gocce di cioccolato fondente
  •  60 g di zucchero di canna
  •  100 di lievito madre rinfrescato/ 5 g di lievito di birra
  •  50 g di olio di riso o di oliva
  •  1 pizzico di sale
  •  1 cucchiaio di malto d’orzo/sciroppo di agave
  •  vaniglia (semi o estratto)

Procedimento:

  1. Iniziamo rinfrescando il nostro lievito madre che dovrà essere utilizzato al raddoppio di volume.
  2. Se invece vogliamo procedere con il lievito di birra andremo a mescolarlo con il latte vegetale.
  3. Una volta pronto il lievito madre inseriamolo in una ciotola o nella planetaria insieme al latte e facciamolo sciogliere per bene.
  4. Ora possiamo inserire anche la farina setacciata, lo zucchero (tritato fine) infine l’olio e impastare energicamente.
  5. Inseriamo anche un pizzico di sale e la vaniglia (semi/estratto)
  6. Una volta che l’impasto inizierà a staccarsi dalla ciotola e non sarà più appiccicoso, possiamo trasferirlo sul piano della cucina leggermente unto e impastarlo fino a che non diventa omogeneo.
  7. Stendiamolo con le mani e inseriamo le gocce di cioccolato facendo nel frattempo un paio di pieghe a portafoglio.
  8. Mettiamo in un contenitore, leggermente unto dai bordi dritti e poniamo in forno con la lucina accesa (controllate che ci siano circa 28°).
  9. Facciamolo quindi lievitare per 2 ore.
  10. Una volta lievitato, rovesciamo l’impasto sul piano e con un tarocco dividiamo dei panetti da 60/70 g circa cad.
  11. Diamo la forma di palline, pirlando con le mani l’impasto e poniamo nuovamente a lievitare su una teglia coperta con carta forno, ben distanziate tra loro.
  12. Copriamo con pellicola e rimettiamo in forno con lucina accesa fino a che non saranno visibilmente aumentate di volume. (circa 3/4 ore).
  13. A quel punto: preriscaldiamo il forno in modalità statico a 180°, spennelliamo con latte vegetale.
  14. Una volta che il forno avrà raggiunto la temperatura, inforniamo i pangoccioli vegan sofficissimi per  25 minuti circa, fino a doratura.
  15. Sforniamo e facciamo raffreddare su di una gratella.
  16. Attendiamo che siano perfettamente freddi, prima di gustarli.

BUDINO AL CIOCCOLATO E BURRO DI ARACHIDI – DIFFICOLTA’: Facile

BUDINO AL CIOCCOLATO E BURRO DI ARACHIDI DI LIBERA
BUDINO LIBERA

Tempo di preparazione: 15 minuti + 2 ore di riposo in frigorifero

Utensili: stampini di silicone per budino

Ingredienti per 6 budini

  • 350 ml di latte di soia non zuccherato
  • 5 grammi di agar agar in polvere
  • un pizzico di cannella (facoltativo)
  • 10 grammi di cacao amaro
  • 40 grammi di cioccolato fondente 70%
  • 40 grammi di zucchero di canna o dolcificante liquido (malto o concentrato di dattero)
  • 1 cucchiaino colmo di burro di arachidi 100% arachidi (circa 10 grammi)
  • granella di arachidi

Procedimento

  1. In una casseruola mescoliamo con cura il latte, l’agar agar, il cacao, la cannella (facoltativa) e lo zucchero o il dolcificante scelto.
  2. Portiamo sul fuoco e quando il latte è tiepido aggiungiamo il cioccolato a pezzetti e il cucchiaio di burro di arachidi.
  3. Mescoliamo con un frustino e portiamo a bollore.
  4. Versiamo negli stampini di silicone o alluminio, lasciamo raffreddare e poi riposare in frigorifero un paio di ore.
  5. Rovesciamo i budini in un piatto e serviamo con granella di arachidi e scaglie di cioccolato.

MUFFIN AL MARASCHINO CON FRIGGITRICE AD ARIA – DIFFICOLTA’: Media

Ricetta con opzione friggitrice ad aria
MUFFIN AL MARASCHINO CON FRIGGITRICE AD ARIA – FELICIA
MANGIAVEG.IT MUFFIN AL MARASCHINO

Ingredienti 13 muffin di 4 cm di diametro:

  • 180 gr di farina di grano saraceno
  • 120 gr di farina di riso
  • 20 gr di farina di semi di lino
  • 1 yogurt di soia (125 ml) al naturale
  • 40 gr di succo d’acero (o altro dolcificante a scelta)
  • 250 ml di acqua gasata
  • 50 ml di maraschino
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 13 ciliegie allo spirito
  • zucchero di canna (facoltativo)

Procedimento:

  1. In una ciotola capiente miscelate le farine, unite lo yogurt di soia, il succo d’acero, il maraschino e mescolando poca acqua alla volta sino ad ottenere un composto morbido.
  2. Se utilizzate il forno il composto dovrà risultare più sodo, consiglio di unire poca acqua alla volta potrebbe bastarne meno.
  3. Preriscaldate il forno a 190°C, o la friggitrice ad aria a 180°C.
  4. Scolate, sciacquate e denocciolate le ciliegie.
  5. Riempite gli stampini sino a metà di impasto, adagiate al centro una ciliegia e completate aggiungendo altro impasto.
  6. Spolverizzate la superficie con poco zucchero di canna.
  7. I composti senza glutine non crescono moltissimo, potete tranquillamente riempire sino al bordo gli stampini.
  8. Infornate e cuocete per circa 15-18 minuti, prima di sfornare fate la prova stecchino, sfornate e sformate i muffin infornate nuovamente abbassando la temperatura a 160°C  per 2 minuti per far asciugare il fondo.

Con la friggitrice ad aria, estraete il cestello, adagiate i pirottini all’interno (per cuocere tutti i muffin sarà necessario procedere a due cotture), con delicatezza inserite il cestello nella friggitrice e cuocete per circa 12 minuti a 180°C, prima di sfornare fate la prova stecchino.
Con questo tipo di cottura il fondo dei muffin risulta asciutto e non sarà necessario farli asciugare ulteriormente.
Fate raffreddare completamente prima di gustarli.

Potete conservarli qualche giorno in un contenitore con chiusura ermetica in frigorifero, si mantengono morbidi e gustosi.

DELIZIA DEL PALATO – Difficoltà: facile

DELIZIA DEL PALATO – MARINA
DELIZIA DEL PALATO - MARINA

Ingredienti: per 4-5 persone

  • 160 gr. di anacardi al naturale
  • 1 pezzettino di scorza di limone biologica
  • 1 cucchiaio di succo di limone biologico
  • 100 gr. di datteri al naturale morbidi e denocciolati
  • ¼ di cucchiaino di vaniglia
  • mezzo cucchiaino scarso di curcuma
  • 1 pizzico di sale integrale
  • 1 manciata (circa 8-10) di mandorle al naturale sbucciate e spellate
  • 250 gr di acqua
  • 25 di olio di cocco e 25 di olio di arachidi (o girasole)
  • Un pochino di cannella per decorare ( o di polvere di cacao amaro)

Procedimento:

  1. Lavate gli anacardi e metteteli a reidratare dalle 5 alle 8 ore; volendo anche la sera prima.
  2. Fate lo stesso con le mandorle.
  3. Riprendete i vostri anacardi e le mandorle, sciacquateli, scolateli e trasferiteli in un frullatore abbastanza potente (se non ne siete provvisti può andare bene anche un frullatore a immersione). Unite la scorza e il succo di limone di limone, i datteri, la curcuma, la vaniglia, il sale, i due oli, l’acqua e frullate fino ad ottenere una consistenza soffice e vellutata. Fate riposare un po’ in frigo poi componete il vostro dessert.
  4. Lo potete gustare con una spolverata di cannella o di cacao.

Suggerisco di usare questa deliziosa crema anche come base per un buon tiramisù.

CECI FUSION – Difficoltà: Facile

CECI FUSION

Tempi di preparazione 30 minuti (più eventualmente il tempo di cottura dei ceci se non si usano quelli in scatola)

CECI FUSION DI LIDIA

Ingredienti per 4-6 persone

  • 1 grosso scalogno o una piccola cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 5 cucchiai di olio extravergine
  • 200 gr di passata di pomodoro
  • 200 gr di latte di cocco (quello denso in lattina)
  • 800 gr di ceci già cotti (potete usare quelli in lattina oppure quelli cotti da voi)
  • 400 gr di brodo (se avete cotto voi i ceci va bene quello di cottura, oppure del brodo vegetale)
  • 50 gr di tahina. Io uso il tipo chiaro, che è più delicato, ma potete usare quella che preferite
  • Sale e pepe

Procedimento:

  1. Mettere nel boccale lo scalogno o la cipolla tagliata a pezzi e lo spicchio di aglio, 5 sec vel 7
  2. Raccogliere sul fondo e aggiungete l’olio 4 min, 100°, vel 1
  3. Aggiungere la passata, il latte di cocco, il brodo, i ceci e la tahina, cuocere 20 min a vel soft antiorario.
  4. Assaggiare per controllare se occorre aggiungere sale, dare una bella macinata di pepe.
  5. Togliere circa metà della preparazione e frullare la rimanente 20 sec a vel 7-8 per ottenere una cremina. Poi rimettere dentro la parte che avevate tolto e mescolare ancora una ventina di sec sempre antiorario vel soft.
  6. Servire con crostoni di pane, oppure con 200 gr di cous cous o 200 gr di riso basmati semplicemente bollito.

PICK UP JUICE – Difficoltà: facilissimo

Tempo di preparazione 5 minuti

PICK UP JUICE – STEFANO MOMENTÈ
centriugati
Foto di Photo Mix da Pixabay

Ingredienti:

  • 3 carote
  • 1 mela
  • 2 gambi di sedano
  • 1 barbabietola piccola
  • 1 pezzetto di zenzero

Procedimento:

  1. Inserire nella centrifuga o nell’estrattore tutti gli ingredienti lavati ed estrarre il succo.

BISCOTTI ALLA NOCCIOLA SENZA GLUTINE – Difficoltà: facile

BISCOTTI ALLA NOCCIOLA SENZA GLUTINE – GIULIA

BISCOTTI ALLA NOCCIOLA SENZA GLUTINE – GIULIA

Tempo di preparazione: 1 ora circa

Utensili: mixer, ciotola, bilancia, teglia da forno, carta forno

Ingredienti per 24 biscotti circa

  • 200 g di farina di riso
  • 80 g di nocciole tostate
  • 80 g di olio di mais 
  • 40 g di farina di mais fioretto
  • 160 g di sciroppo d’agave o d’acero
  • 10 g di lievito naturale per dolci
  • ½ cucchiaino di vaniglia naturale in polvere
  • scorza di limone grattugiata qb
  • granella di nocciole per decorare

Procedimento

  1. Tritate finemente le nocciole con un mixer, poi unitele alle farine di riso e mais, il lievito, la vaniglia e la scorza di limone.
  2. Mescolate insieme l’olio e lo sciroppo; versateli poi a poco a poco sul mix di ingredienti secchi impastando con le mani fino a formare una pasta molto morbida e unta. Formate delle palline da circa venti grammi ciascuna, appiattitele leggermente e disponetele su una teglia ricoperta di carta forno.
  3. Spolverizzate ciascun biscotto con poca granella di nocciole, schiacciandola leggermente con le dita per farla aderire.
  4. Cuocete in forno ventilato a 175°C per una decina di minuti circa.
  5. Appena estratti dal forno i biscotti saranno leggermente dorati sotto e morbidi sopra: si induriranno raffreddandosi.
  6. Potete sostituire le nocciole con delle mandorle leggermente tostate, la scorza di limone con quella d’arancia o mandarino e la vaniglia con la cannella.

Milano, 22/02/2022 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.