MANGIAVEG.IT – SECONDA STAGIONE

MangiaVeg.it – seconda stagione, oltre a prevedere qualche piccola modifica nei temi trattati, vede salire a bordo quattro nuovi collaboratori ai quali diamo un caloroso e goloso benvenuto.

Ecco quindi i temi che affronteremo e chi se ne occuperà:

LE NEW ENTRY:

  • ABBINAMENTO VINI-RICETTE A CURA DELLA “WINELOVER” SILVIA ALLEGRI
  • RAW AND GO: CON STEFANO IL CRUDISMO E’ SERVITO DI STEFANO MOMENTE – ALTRO CIBOACADEMY
  • TRADIZIONE ED EVOLUZIONE IN CUCINA DI MARINA ATTI
  • I LIEVITATI: IL FRAGRANTE MONDO DEI LIEVITATI DI FRANCESCA – PASTICCIANCOCONLAFRANCA

DI NUOVO INSIEME:

Note: La rubrica è composta da più puntate, l’articolo viene automaticamente aggiornato ad ogni nuova puntata. In prima posizione la ricetta più recente.

GELATO AL CIOCCOLATO CON AVOCADO – DIFFICOLTA’: Facile

Tempo di preparazione: 30 minuti + tempo programma gelatiera

Utensili: frullatore, gelatiera

GELATO AL CIOCCOLATO E AVOCADO DI LIBERA
GELATO LIBERA

Ingredienti per 4 coppette

  • 300 ml latte vegetale
  • 150 grammi di zucchero di canna grezzo integrale o 100 ml di sciroppo d’agave
  • 1 avocado Hass maturo
  • 80 grammi di cacao amaro
  • granella di noccioline per guarnire

Procedimento

  1. Frulliamo lo zucchero con il latte, uniamo l’avocado pulito e tagliato a pezzi e il cacao e frulliamo ancora fino a ottenere un composto omogeneo.
  2. Inseriamo il composto nella gelatiera, impostiamo il programma per fare il gelato e, una volta pronto, lo versiamo nelle coppette e guarniamo con granella di noccioline.

Molto piacevole al palato grazie alla consistenza cremosa dell’ avocado

LA FETA ALLE ERBE DI MARIKA – Difficoltà: media

Tempo di realizzazione 15′ – Riposo 6-8 ore

FETA ALLE ERBE DI MARIKA
MARIKA - FETA ALLE ERBE

Ingredienti:

  • 220 gr di tofu al natura
  • 50 ml di olio di cocco fuso
  • 60 ml di succo di limone
  • 15 ml di aceto di sidro di mele crudo
  • 15 gr di sale fino integrale
  • 2 gr di cipolla in polvere
  • 2 gr di origano secco
  • 2 gr di maggiorana secca
  • 4 gr di basilico essicato

Procedimento:

  1. Scolare il tofu e asciugarlo con un canovaccio pulito.
  2. Inserirlo nel mixer da cucina a pezzetti. Aggiungere il succo di limone, l’olio di cocco fuso ,l’aceto, il sale e la cipolla.
  3. Frullare fino a raggiungere un composto liscio.
  4. Aggiungere anche le erbe essiccate e frullare nuovamente.
  5. Trasferire il composto in un contenitore di forma rettangolare rivestito di pellicola o garza da formaggio.
  6. Stenderlo bene, con una spatola, levigando la superficie.
  7. Conservare in frigo per 6-8 ore, in modo da amalgamare i sapori e rassodare il formaggio.
  8. Trascorso questo tempo, la feta alle erbe è pronta per essere utilizzata.
  9. In un contenitore sigillato si conserverà per circa 12 giorni.


CROSTATINE SENZA GLUTINE ALL’AVOCADO – DIFFICOLTA’: Media

Ricetta con opzione friggitrice ad aria
CROSTATINE SENZA GLUTINE ALL’AVOCADO – FELICIA
mangiaveg.it crostatine all'avocado

L’attore principale nelle Crostatine senza glutine è l’avocado, il suo ruolo è davvero importante, è il grasso che renderà le Crostatine senza glutine all’avocado spettacolari.

Ingredienti:

  • 100 gr di farina di riso
  • 100 gr di farina di mais fioretto
  • 20 gr di farina di semi di lino
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 1 avocado maturo circa 120 gr
  • 50 gr di sciroppo di acero o altro dolcificante a scelta
  • il succo e la scorza di 1 limone
  • la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 30/40 ml di acqua gasata
  • marmellata di fragole o altro gusto a scelta

Procedimento:

  1. Sbucciate e denocciolate l’avocato, tagliate a pezzetti la polpa e versatela in una ciotola capiente, aggiungete il succo del limone e con i rebbi di una forchetta schiacciatelo sino a ridurlo ad una purea grossolana.
  2. Unite le farine, lo sciroppo di acero, la scorza del limone, il bicarbonato di sodio e con una spatola amalgamate gli ingredienti, successivamente aggiungete poca acqua alla volta e impastate con le mani sino ad ottenere un impasto morbido e mediamente elastico.
  3. Trasferite l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata e con un mattarello stendetelo ad uno spessore di circa 5 mm.
  4. Ritagliate la base delle vostre crostatine, io ho utilizzato 5 stampi in silicone di 8 cm di diametro, foderatele e con i rebbi di una forchetta bucherellate la base.
  5. Farcite con la marmellata di fragole e sbriciolate la pasta frolla rimasta fregandola con le mani.
  6. Adagiate le briciole di frolla sulla marmellata assestandole e compattandole leggermente, aiutandovi con un pennello bagnate con poca acqua la superficie della frolla.
  7. Se utilizzate il forno per cuocere le crostatine preriscaldatelo a 180°C, se preferite invece utilizzare la friggitrice ad aria non è necessario preriscaldare.
  8. A temperatura del forno infornate e cuocete per circa 15 minuti, fate la prova stecchino prima di sfornare, con la friggitrice ad aria sarà necessario procedere a due infornate, cuocete a 180°C per 12 minuti nella prima e 10 nella seconda.
  9. Sfornate e appena è possibile estraete le crostatine dagli stampi in silicone, adagiatele su un foglio di carta casa e fatele raffreddare completamente su una gratella.
  10. La carta assorbirà l’eventuale umidità che si sarà formata nello stampo.

Le Crostatine senza glutine con avocado offrono un irresistibile contrasto di consistenze, la base friabile e compatta, la marmellata dolce e morbida, il crumble in superficie conquista con la sua consistenza croccante.

BISCOTTI AL CIOCCOLATO CRUDO – Difficoltà: facile

Tempo di preparazione 15 minuti + 15 ore di essicazione

BISCOTTI AL CIOCCOLATO CRUDO – MOMENTÈ
CIOCCOLATO CRUDO
Foto di gate74 da Pixabay

Ingredienti:

  • 2 tazze di anacardi crudi
  • ½ tazza di cacao crudo in polvere
  • 2 cucchiai di burro di cocco biologico
  • ½ tazza di sciroppo d’agave crudo
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia biologica
  • ½ cucchiaino di sale marino integrale

Procedimento:

  1. Mettere gli anacardi nel robot da cucina e macinarli grossolanamente.
  2. Aggiungere la polvere di cacao e il far andare il mixer fino ad avere un prodotto della consistenza di briciole di pane.
  3. Aggiungere gli altri ingredienti e impastare il tutto.
  4. Prendere l’impasto, formare una palla e stenderla a circa su carta da forno. Con degli stampini o un bicchiere formare i biscotti.
  5. Posizionarli nell’essiccatore e far andare per circa 15 ore.
  6. Si possono conservare in un contenitore sigillato in frigorifero per circa 3 settimane

BAO BUNS – PANINI CINESI AL VAPORE – DIFFICOLTA’: MEDIA

PREPARAZIONE 3 ore 10 minuti – COTTURA 15 minuti – TEMPO TOTALE 3 ore 25 minuti

PANINI CINESI - FRANCESCA

Ingredienti per 4 panini:

  •  320 g di farina semintegrale (io uso farro ma potete usare la farina che preferite)
  •  180 g di acqua
  •  5 g di lievito di birra (oppure potete usare 100 g di lievito madre allungando i tempi)
  •  2 cucchiai di olio delicato
  •  1 cucchiaio di malto di riso o sciroppo di acero/agave
  •  1 cucchiaino di sale

Procedimento:

  1. Per prima cosa sciogliamo il lievito di birra insieme a 170 g di acqua, all’interno di una ciotola (o nell’impastatrice), insieme al malto.
    Se usate lievito madre scioglietelo in acqua allo stesso modo. Ricordate però, in questo caso, di aumentare i tempi di lievitazione (almeno 3 ore la lievitazione in massa e almeno 1 ora nella loro forma).
  2. Setacciamo all’interno la farina e iniziamo ad impastare, uniamo poi anche l’olio e alla fine il sale.
  3. Impastiamo energicamente fino a che l’impasto sarà omogeneo e piuttosto liscio.
  4. Dunque trasferiamo l’impasto in un contenitore, leggermente oliato sul fondo e sui lati.
  5. Poniamo a lievitare per almeno  2 Ore in forno con la lucina accesa (o in altro luogo tiepido). Se usate lievito madre, 3 ore abbondanti.
  6. Trascorso il tempo, trasferiamo l’impasto sul piano di lavoro senza maneggiarlo troppo e ricaviamo delle palline da 50 g ciascuna (con questa dose verranno 10 bao buns). Copriamoli con un canovaccio e attendiamo 15 minuti circa.
  7. A questo punto, prima con l’aiuto delle mani grossolanamente, poi con un mattarello stendiamo dei dischetti del diametro di circa 10 cm.
  8. Poniamo, come vedete in foto, un rettangolino di carta forno al centro e ripieghiamoli su se stessi a libro. Questo per evitare che i lembi aderiscano fra loro. Facciamo lievitare i bao buns, così, coperti per almeno 40 Minuti. Se avete usato lievito madre, almeno un’ora.
  9. Quando avranno quasi completato la lievitazione, mettiamo due dita di acqua nel fondo di una pentola e mettiamo all’interno un cestello per cottura a vapore, foderato di carta forno. In alternativa, se l’avete, posizionate il cestello in bamboo incastrato sopra ad una pentola piena d’acqua a metà. (anche questo andrà foderato di carta forno).
  10. Trasferiamo i nostri bao buns sul cestello, a debita distanza in quanto poi cresceranno lievitando ancora. Chiudiamo con coperchio. Lasciamo cuocere per 15 minuti.
  11. Andiamo avanti cuocendo tutti i panini cinesi al vapore, controlliamo nel mentre che non manchi mai acqua nella pentola.
  12. A cottura ultimata, rimuoviamo la carta forno nel centro e facciamoli intiepidire su una gratella.
  13. A questo punto i nostri panini cinesi al vapore sono pronti da farcire! E qui ti potrai sicuramente sbizzarrire!
    Io li ho farciti con carciofi spadellati, fagioli cannellini, sesamo e la parte verde del porro.
    Altre idee: verdure a julienne cotte in padella con salsa di soia, o ancora con Hummus… o perchè no anche per una colazione dolce! Con burro di frutta secca e marmellata… li adoro!
  14. Consiglio: Puoi conservare i Bao Buns in un contenitore chiuso per alcuni giorni oppure farne doppia dose e congelarli una volta cotti e raffreddati. La doppia dose è sempre un’ottima scelta per le emergenze! Parola di mamma…

COTOLETTA DI FAGIOLI – (piatto proteico) – Difficoltà: facile

COTOLETTA DI FAGIOLI – MARINA

Ingredienti:

Per la realizzazione va bene qualsiasi tipo di fagioli: borlotti, cannellini, fagioli neri…

fagioli

Per 4 cotolette

  • 200 g fagioli cotti
  • 2 cucchiai fecola di patate
  • 1 cucchiaio di farina di ceci
  • 1 rametto di rosmarino (solo gli aghi)
  • 2 foglioline di salvia
  • 1 cipolla
  • sale
  • pepe

Per la panatura:

  • 1/2 bicchiere farina di ceci
  • 1 bicchiere acqua
  • 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • q.b. farina di mais e pangrattato
  • sale

PROCEDIMENTO:

  1. Prendi una ciotola capiente e prepara la pastella per la panatura mescolando la farina di ceci, il lievito a scaglie, un pizzico di sale con l’acqua. Preparandola con un po’ di anticipo, avrà modo di riposare e far sì che si sciolgano gli eventuali grumi.
  2. Ora scola accuratamente i fagioli e asciugali con un canovaccio pulito o con della carta da cucina e mettili nel frullatore con tutti gli altri ingredienti per le cotolette, compreso il pizzico di sale ed il pepe, infine frulla fino ad ottenere un composto omogeneo.
  3. Controlla che sia abbastanza solido da poter essere lavorato con le mani, in caso contrario aggiungi un cucchiaio di pangrattato alla volta, finché non sarà più “appiccicoso”.
  4. A questo punto forma delle palle e schiacciale tra le mani per dare la forma ovale della cotoletta, poi passale da entrambi i lati nella pastella.
  5. Impana con un mix di pangrattato e farina di mais che avrai precedentemente miscelato in un piatto.
  6. Una volta terminato tutto l’impasto, friggi le cotolette in abbondante oli di semi di arachidi o girasole da entrambi i lati fino ad ottenere una bella doratura.
  7. Una volta cotte, togli le cotolette dal fuoco e fai asciugare l’olio in eccesso su carta da cucina e servi in tavola con una buona misticanza di verdura fresca, una fetta di limone e un cucchiaino di maionese vegetale.
  8. Se preferisci una cottura più leggera, si possono cuocere in forno. Inforna quando la temperatura è a 180° e cuocile per circa 20 minuti rigirandole a metà cottura.

RISOTTO CON I FAGIOLI DALL’OCCHIO – Difficoltà: facile

RISOTTO CON I FAGIOLI DALL’OCCHIO

Tempo di preparazione: 30 minuti (più il tempo per l’ammollo e la cottura dei fagioli)

RISOTTO DALL'OCCHIO DI LIDIA

Ingredienti per 4 persone

  • 1 piccola cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 4 cucchiai di olio extravergine
  • 300 gr di riso (carnaroli, o quello che preferite. Si può usare anche riso integrale ma andranno poi aumentati considerevolmente i tempi di cottura)
  • Mezzo bicchiere di vino rosso (facoltativo)
  • 800 gr di brodo di cottura dei fagioli
  • 2 mestoli di fagioli dall’occhio cotti
  • Aggiunte facoltative: una noce di margarina, formaggio simil parmigiano grattugiato

Procedimento:

  1. Mettete nel boccale la cipolla tagliata a pezzi e lo spicchio di aglio, 5 sec vel 7
  2. Raccogliete sul fondo e aggiungete l’olio 4 min, 100°, vel 1
  3. Aggiungete il riso 3 min, 100°, vel 1 antiorario
  4. Se usate il vino aggiungetelo ora e cuocete ancora 4 min a 100° vel 1 antiorario, altrimenti andate al passaggio successivo-
  5. Aggiungete 700 gr di brodo caldo. Cuocere 15—18 minuti, 90°, vel 1 antiorario (il tempo di cottura varia in base al tipo di riso scelto e al vostro gusto). 5 minuti prima della fine della cottura controllare la consistenza e se serve aggiungere i restanti 100 gr di brodo
  6. Qualche minuto prima della fine cottura aggiungere anche i fagioli e, se volete usarli, la margarina e il simil formaggio.

Se non avete il robot da cucina procedete come per un normale risotto: soffriggete la cipolla e l’aglio tritati in una pentola per 5 minuti con l’olio, aggiungete il riso e tostatelo per 3-4 minuti, se aggiungete il vino fatelo adesso, alzando la fiamma e facendolo sfumare per qualche minuto. A questo punto aggiungete il brodo, un mestolo per volta, incorporando il seguente quando sta asciugando. Il riso deve sempre bollir abbastanza vivacemente ma non lasciatelo asciugare altrimenti si attacca. Portate a fine cottura e aggiungete i fagioli e gli ingredienti facoltativi come sopra.

PLUM CAKE ALL’ARANCIA E SEMI DI PAPAVERO – Difficoltà: facile

PLUM CAKE ALL’ARANCIA – GIULIA
PLUM CAKE ALL’ARANCIA – GIULIA

Tempo di preparazione: 1 ora circa
Utensili:
ciotola, frusta, stampo da plumcake, bilancia, pennello da cucina, carta forno

Ingredienti per uno stampo rettangolare (circa 23 x 7 cm)

  • 250 g di farina 1 (semintegrale)
  • 50 g di fecola di patate
  • 170 g di zucchero di canna integrale Dulcita
  • 1 bustina di lievito naturale per dolci 
  • 80 g di olio di mais bio
  • 280 g di succo d’arancia spremuto fresco
  • la scorza grattugiata di 2 arance
  • ½ cucchiaino di vaniglia naturale in polvere
  • 2 cucchiai rasi di semi di papavero + 1 cucchiaino per decorare
  • 1 cucchiaino di sciroppo d’agave

Procedimento

  1. Mescolate in una ciotola la farina, la fecola, lo zucchero, il lievito, la scorza grattugiata e la vaniglia.
  2. In un altro recipiente emulsionate l’olio e il succo, quindi versate il liquido ottenuto sul mix di ingredienti secchi mescolando con una frusta fino a ottenere una crema morbida.
  3. Aggiungete alla fine i due cucchiai di semi di papavero, amalgamando bene. 
  4. Versate il composto nello stampo da plumcake precedentemente oliato e infarinato (oppure foderato di carta forno) e infornate nella parte bassa del forno a 175° per circa 45 minuti.
  5. Fate la prova dello stecchino per controllare che il dolce sia cotto all’interno.
  6. Quando è ancora caldo spennellate la superficie con lo sciroppo d’agave e spolverizzate con il cucchiaino di semi di papavero.
  7. Lasciatelo raffreddare completamente prima di tagliarlo.

SUPPLI AL CELLULARE – DIFFICOLTA’: media

Ricetta con opzione friggitrice ad aria
SUPPLI’ MAL CELLULARE – FELICIA

Tempo di preparazione: 90 minuti ca.

Il Suppli al telefono è una sorta di arancino di forma allungata a base di riso e ragù ripieni di mozzarella filante.
La mozzarella vegan fonde ma… non fila, è una caratteristica di cui siamo tutti consapevoli ed è davvero impossibile dividere il Suppli a metà ed avere il classico filo di mozzarella, ma non è un problema, il filo non sarà mai un difetto, sopratutto nel 2021 quando i telefoni fissi sono ormai in estinzione…. ora abbiamo il cellulare e i nostri Suppli si sono aggiornati.

Ingredienti:

  • 200 gr di quinoa
  • 50 gr di concentrato di pomodoro
  • sale integrale a piacere
  • pepe bianco a piacere
  • origano essiccato a piacere
  • 50 gr di farina di lenticchie
mangiaveg.it supplì

Ingredienti per la pastella e la panatura:

  • farina di riso
  • farina di mais fioretto

Procedimento:

  1. Versate la quinoa in un colino a maglie fitte e sciacquatela abbondantemente con acqua fredda.
  2. Versatela in una casseruola, coprite con pari quantità di acqua, incoperchiate e portate a cottura.
  3. Serviranno circa 12/15 minuti, dopo circa 10 minuti scoprite, aggiungete il concentrato di pomodoro e amalgamate.
  4. Salate, insaporite con pepe e origano, assaggiate e aggiustate il sapore se necessario  e terminate la cottura sempre mescolando aggiungendo poca acqua se dovesse risultare troppo asciutto.
  5. In una ciotola miscelate la farina di lenticchie con poca acqua, versatela sulla quinoa e mescolate, fate cuocere sino a quando si formerà un composto compatto dalla consistenza simile alla polenta. Se dovesse risultare troppo asciutto aggiungete poca acqua alla volta, la quinoa dovrà risultare compatta e leggermente collosa.
  6. A questo punto distribuite la quinoa in un contenitore e dopo aver fatta raffreddare ponetela in frigorifero sino al giorno seguente.
  7. Ora potete procedere alla realizzazione dei Suppli
  8. Riprendete la quinoa e suddividetela a porzioni, io ho realizzato 6 Suppli di 100 gr l’uno.
  9. In una terrina versate poca farina di riso, tagliate la mozzarella scelta a bastoncini,  dovete ottenere delle porzioni lunghe quanto i vostri Suppli, modellate nel palmo della mano la pallina di quinoa appiattendola e allungandola, posizionate al centro il bastoncino di mozzarella e richiudete la quinoa formando il classico Suppli.
  10. Passatelo nella farina di riso eliminando l’eccesso e successivamente su un piatto.
  11. Formate tutti i Suppli poi fateli riposare almeno 30 m.in frigorifero.
  12. Nel frattempo preparate una pastella fluida con farina di riso, sale e acqua e distribuite in una terrina la farina di mais.
  13. Riprendete i Suppli, immergeteli nella pastella avendo l’accortezza di avvolgerli completamente, estraeteli con l’aiuto di due forchette facendo sgocciolare l’eccesso di pastella e passateli nella farina di mais.
  14. Panateli interamente e poneteli nuovamente sul piatto, dopo aver panato tutti i suppli spennellateli con una soluzione formata da 1 parte di olio e 3 di acqua.
  15. Picchiettate il pennello sulla panatura senza trascinarlo per evitare di asportare la farina di mais.
  16. Ora potete procedere alla cottura.
  17. Se utilizzate la friggitrice ad aria preriscaldatela per 5 minuti a 200°C, adagiate i suppli nel cassetto e procedete alla cottura per 10 minuti, girando i suppli a metà cottura.
  18. Se utilizzate il forno, preriscaldatelo a 190°C nella funzione ventilato, adagiate i suppli su una teglia, infornate e procedete alla cottura per 12/15 minuti girandoli a metà cottura.
  19. Sfornate e… serviteli caldissimi!!!

Ho servito i miei Suppli al cellulare accompagnati da un Hummus di lenticchie, ho frullato circa 200 gr di lenticchie rosse cotte con un cucchiaio di concentrato di pomodoro, un cucchiaino di origano, sale e pepe, aggiungendo acqua sino a raggiungere la densità desiderata.

Un’accoppiata perfetta Suppli al cellulare ed Hummus di lenticchie al pomodoro!

Note: che voi decidiate di utilizzare il riso o un altro cereale è importante farlo riposare e raffreddare, cuoceteli il giorno precedente e conservateli in frigorifero in un contenitore per alimenti.
Utilizzate tranquillamente la mozzarella vegetale che preferite, anche autoprodotta, l’importate è che si sciolga facilmente con il calore.

MOUSSE AL CIOCCOLATO CON AQUAFABA – DIFFICOLTA’: Facile

MOUSSE AL CIOCCOLATO CON AQUAFABA DI LIBERA
mangiaveg.it Mousse cioccolato con aquafaba

Tempo di preparazione: 30 minuti + 1 ora di riposo in frigorifero.

Utensili: fruste elettriche

Ingredienti per 2 persone

  • 200 grammi di cioccolato fondente al 70%
  • 120 grammi di aquafaba (nel mio l’acqua di conservazione di 2 vasetti di vetro di ceci cotti)
  • scaglie di mandorle
  • menta fresca

Procedimento

  1. Facciamo sciogliere il cioccolato a bagnomaria e lo lasciamo intiepidire.
  2. Prendiamo l’aquafaba che è l’acqua di cottura dei legumi, preferibilmente i ceci come nel mio caso. Possiamo utilizzare quella dei ceci già cotti che acquistiamo al supermercato (EVITIAMO LE LATTINE E PREFERIAMO I VASETTI DI VETRO). Per una migliore stabilità possiamo aggiungere qualche goccia di limone e 1 cucchiaio di zucchero.
  3. L’aquafaba può essere preparata anche in casa utilizzando l’acqua di cottura dei legumi secchi, tuttavia il procedimento è abbastanza lungo (8-12 ore di ammollo e 8-9 ore di cottura in pentola oppure 4 ore con una piastra a induzione, non è possibile utilizzare la pentola a pressione perché l’aquafaba ottenuta non è idonea alle preparazioni)
  4. Montiamo l’aquafaba con le fruste elettriche fino a ottenere una spuma molto simile ai bianchi dell’uovo montati a neve.
  5. Incorporiamo l’aquafaba nel cioccolato fuso e mescoliamo con delicatezza i due ingredienti.
  6. Riempiamo due vasetti o bicchieri e lasciamo riposare in frigorifero 1 ora.
  7. A piacere decoriamo con scaglie di mandorle e qualche fogliolina di menta fresca.

LINGUE DI SUOCERA AL FARRO DI FRANCESCA – DIFFICOLTA’: Media

LINGUE DI SUOCERA AL FARRO DI FRANCESCA

mangiaveg.it

Tempo di preparazione: 2 ore 30 minuti + 10 minuti di cottura

Ingredienti per 8 porzioni:

  • 250 g di farina di farro
  • 150 g di esubero di lievito madre/ 3 g di lievito di birra compresso
  • 100 g di acqua tiepida
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaino di sale integrale
  • Emulsione di acqua e olio per spennellare
  • Ssemi misti/ erbe aromatiche a piacere

Procedimento:

  • In una ciotola o nella planetaria facciamo sciogliere l’esubero di lievito madre (o il lievito di birra compresso) nell’acqua necessaria per la ricetta (100 g).
  • Uniamo la farina, di seguito uniamo anche l’olio evo e per ultimo il sale. Impastiamo fino ad ottenere una consistenza omogenea e che non appiccica le dita.
  • Formiamo una pallina con l’impasto e poniamo a lievitare  2 Ore in un contenitore chiuso.
  • Trascorso il tempo mettiamo un pochino di semola sul piano di lavoro, rovesciamo l’impasto, dividiamolo in porzioni da 50 g ciascuna.
  • Ora con l’aiuto di un mattarello, o di una sfogliatrice, stiriamo le nostre lingue, con la tipica forma allungata, dello spessore di circa 4 mm
  • Vi consiglio però, di farle più o meno tutte della stessa grandezza, altrimenti quelle più piccole rischierebbero di bruciarsi più in fretta.
  • Disponiamole quindi in una teglia coperta con carta forno, spennelliamole con l’emulsione di acqua e olio.
  • Se vogliamo possiamo decorarle mettendo semi a piacere/origano/rosmarino/fior di sale, ecc.
  • Inforniamo in forno preriscaldato, in modalità ventilato a 200° x 10 minuti circa, fino a doratura. Teniamole d’occhio perché cuociono davvero rapidamente.
  • Una volta cotte facciamole raffreddare su di una gratella.

Queste Lingue di Suocera al farro si conservano perfettamente, mantenendo la loro fragranza per diverso tempo; non dovrete fare altro che farle raffreddare per bene infine metterle in una scatola di latta.
Sono inoltre una splendida idea per un regalino speciale fatto con le proprie mani!

Cerchi qualcosa da sgranocchiareTi consiglio di dare un’occhiata anche ai Grissini al farro, sono sicura che ti piaceranno!
  

POLPETTE RAW AND GO DI MOMENTE’ – Difficoltà: facile.

POLPETTE RAW AND GO DI STEFANO MOMENTE’
MangiaVeg.it Momentè

Tempo di preparazione 15 minuti

Ingredienti:

  • 500 gr di carote grattugiate
  • 500 gr di nocciole ammollate per una notte
  • 1 cipolla rossa tagliata a fettine sottili
  • 1 cucchiaio di uvetta
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 3 cucchiai di lievito in scaglie
  • sale integrale quanto basta
  • timo, salvia, rosmarino

Procedimento:

  1. Frullare tutti gli ingredienti fino a formare un composto omogeneo. Se non è abbastanza denso aggiungere lievito in scaglie oppure polvere di semi di psillio o di lino.
  2. Formare delle polpette, circa 10, metterle in essiccatore 8-10 ore.
  3. Cospargerle di paprika prima di servire.

IL VEGMIGIANO DI MARIKA – Difficoltà: facilissimo

IL VEGMIGIANO DI MARIKA

Tempo di preparazione 15 minuti

Ingredienti:

  • 140 gr di noci non ammollate
  • 25 gr di lievito alimentare in scaglie
  • 2 gr di sale marino

Procedimento:

  1. Riunite gli ingredienti nel mixer da cucina. Frullate fino ad ottenere un impasto granuloso.
  2. Il vostro veg parmigiano è pronto.

Nota: Si conserva in frigo in un contenitore ermetico per 4 settimane.

RAGU’ VEGETALE ALLA BOLOGNESE (COL SEGRETO DELLA NONNA) DI MARINA – Difficoltà: facile

RAGU’ VEGETALE ALLA BOLOGNESE (COL SEGRETO DELLA NONNA) DI MARINA

Ingredienti:

  • 250 gr seitan (va bene anche quello alla piastra che si trova nei supermercati)
  • 1 cipolla bianca
  • 1 bella carota grande
  • 1 pezzo di sedano
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 foglia di alloro
  • 2 chiodi di garofano
  • 1 spicchio di aglio
  • 750 ml passata di pomodoro biologica
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco (secco)
  • olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di miso (va bene anche un quarto di dado ma biologico e VEGETALE)
  • poco sale

Procedimento:

  1. Trita sedano, cipolla, carota e aglio (se ti può aiutare usa il robot da cucina ma non sminuzzare troppo le verdure) e falle soffriggere con un po’ di olio extra vergine d’oliva, per circa 5 minuti. (si deve iniziare a sentire il profumino).
  2. Intanto trita il seitan con un robot fino a farlo diventare tipo “macinato”, una volta ottenuta la giusta consistenza, versalo nel tegame degli odori e fai rosolare assieme per qualche minuto, quindi sfuma con il vino, fallo evaporare intanto rigira in modo che non si attacchi.
  3. Una volta asciugato, aggiungi la passata di pomodoro, il cucchiaio di concentrato di pomodoro, il rametto di rosmarino, la foglia di alloro, i chiodi di garofano e il cucchiaino di miso diluito con un po’ di acqua calda. (o il dado sciolto in un po’ di acqua calda).
  4. Coprire con un coperchio e cuocere a fuoco bassissimo per minimo un’ora e mezza (a 2 ore e anche più) aggiungendo acqua calda o un pochino di vino nel caso il ragù tenda ad attaccarsi. Assaggia e aggiusta di sale.

Ricorda che il ragù di una volta si lasciava fino a 5 o 6 ore. La cottura a fuoco lento e prolungata fa parte dei ”segreti” della cucina della nonna; solo così si possono ritrovare i gustosi sapori intensi della tradizione, rispettando però ogni essere vivente!

Potete usare questo ragù per le tagliatelle, le lasagne ma è ottimo anche con la polenta.

POMODORI RIPIENI DI DI SALSA STONNATA DI LIDIA – Difficoltà: facile

POMODORI RIPIENI DI DI SALSA STONNATA DI LIDIA

Tempo di preparazione: 20 minuti

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr di ceci cotti. Potete fare cuocere voi per due ore dei ceci secchi (lasciati precedentemente in ammollo per un minimo di 12 ore, meglio se 24) con acqua, sale e aromi. Oppure potete utilizzare ceci in scatola, scolati dal loro liquido.
  • 3 cucchiai di capperi (Io uso quelli sott’aceto, ma potete usare quelli sotto sale avendo l’accortezza di lasciarli prima a bagno qualche ora cambiando spesso l’acqua)
  • 3 cucchiai di succo di limone
  • 4 cucchiai di olio extravergine
  • Una macinata di pepe,
  • un pizzico di aglio in polvere (regolate la quantità a seconda del vostro gusto. Per un sapore più intenso potete usare aglio fresco)

Procedimento:

  1. Mettere tutti gli ingredienti nel boccale e cominciare a frullare aumentando la velocità fino ad arrivare a 8-9.
  2. Raccogliete spesso quello che si attacca alle pareti. Insistere fino a ottenere una bella crema fine.
  3. Assaggiare e aggiungere sale solo se occorre.

Maionese:

  • 100 gr di latte di soia non zuccherato
  • 2-3 cucchiai di succo di limone
  • 1 punta di un cucchiaino di gomma di guar
  • 100 gr di olio di semi (io uso arachidi, usate il vostro preferito)
  • Sale kala namak (o sale normale)
  1. Mettere nel boccale il latte, il limone, il sale e azionare a vel 4 per un minuto.
  2. Mentre le lame girano inserire dal foro la gomma di guar spargendola con le dita (come quando si mette un pizzico di sale).
  3. Azionare 5 minuti a vel 2 e inserire dal foro l’olio. Se non si usa la gomma di guar raddoppiare la quantità di olio.
  4. Mettere in frigo per far rassodare bene.

Per finire:

  • una dozzina di pomodori piccoli o 4 pomodori tondi
  • qualche cappero
  1. Tagliare a metà i pomodori e svuotarli.
  2. Mettere in una ciotola la salsa di ceci e unire 5-6 cucchiai di maionese.
  3. Mescolare bene e farcire i pomodori (meglio se con l’aiuto di una sac a poche). Decorare con un cappero e servire.

TOAST CON BURRO DI ARACHIDI DI GIULIA – Difficoltà: molto facile

TOAST CON BURRO DI ARACHIDI DI GIULIA

Tempo di preparazione: 20 minuti

Utensili: mixer, tostapane (facoltativo)

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 fette di pane integrale
  • 120 g di arachidi al naturale pesate già sgusciate
  • 80/100 g d’acqua
  • 1 pizzico di sale
  • 1 mela dolce
  • 10 lamponi
  • 1 pezzetto di cioccolato fondente
  • 1 goccio di sciroppo d’acero (facoltativo)

Procedimento                                   

  1. Preparate il burro di arachidi frullandone 100 grammi in un mixer potente in modo da ridurle prima in granella sottile e poi in un composto pastoso.
  2. A questo punto aggiungete a poco a poco l’acqua e il sale, continuando a frullare fino a ottenere una crema liscia e meno granulosa possibile.
  3. Tostate leggermente le fette di pane in forno caldo o nel tostapane, quindi spalmatele con il burro di arachidi e completate con la mela a fette, i lamponi, le restanti arachidi tritate, il cioccolato grattugiato o in scaglie e lo sciroppo se gradite un sapore più dolce.

SILVIA ALLEGRI – LA WINELOVER

Inauguriamo la seconda stagione di MangiaVeg.it con la presentazione di colei che abbinerà alle ricette il vino più adatto. Vini ovviamente biologici e vegani.

SILVIA ALLEGRI – WINELOVER

Milano, 11/02/2021 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *