IL SENATORE CIAMPOLILLO NE HA DI COSE DA DIRE.. E LE DICE TUTTE A RADIOVEG.IT!

Il senatore Lello Ciampolillo si è tolto tutti i sassolini dalle scarpe durante l’intervista ai nostri microfoni.

Il senatore Ciampolillo ai nostri microfoni

Non ha risparmiato critiche a chi ha stilato le nuove linee guida ristorazione. Parole dure anche per i giornalisti che condividono spesso fake news e ai medici che, anziché prevenire certe malattie, ne causano altre con i medicinali che prescrivono. Parole dure anche per i i blogger che, per interesse o fame di like, da un giorno all’altro tornano a mangiare carne. Insomma una intervista piena di contenuti e “denunce”, ma anche di apprezzamenti nei confronti degli attivisti che lottano per la causa comune.

Senza peli sulla lingua, il senatore Lello ha raccontato quanto sia difficile confrontarsi con i colleghi politici.

Pare proprio siano ciechi e sordi davanti all’evidenza dei fatti che la salute, sia personale che del pianeta, vien mangiando. In pratica il mondo politico rispecchia in tutto e per tutto quel che succede nella quotidianità di noi cittadini.

L’avevamo già intuito, ma le parole di Ciampolillo ci confermano che la rivoluzione deve partire dal basso. Se aspettiamo che certe decisioni arrivino dall’alto, da chi in teoria dovrebbe salvaguardarci, nutriamo false speranze, perché non sanno salvare neppure loro stessi.

Continuiamo quindi a rimboccarci le maniche e proseguiamo con fierezza al fare quel che facciamo tutti noi giornalmente. Manifestare, comunicare e, con i nostri acquisti, mandare in crisi il mercato di prodotti animali e derivati.

E’ quello che chiede di fare anche il senatore, che ringrazia apertamente gli attivisti e si dichiara, senza mezzi termini, dalla nostra parte.

Avanti tutta, dunque, non molliamo, soprattutto per il bene degli animali che continuano ad essere crudelmente sacrificati in nome di quelle false necessità che l’essere umano, si illude di avere.

Non è la prima volta che parliamo di politica su RadioVeg.it, clicca QUI per ascoltare altri politici.

Milano, 25/01/2020 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.