DAINI IN PERICOLO: PROMESSE NON MANTENUTE AL PARCO DEL CIRCEO

E’ già passato un anno da quando abbiamo parlato con Piero Vigorelli del Parco del Circeo dove, una settantina di anni fa, erano stati reintrodotti i daini in quanto erano a rischio d’estinzione e dove, alla luce dei fatti, non sono in grado di gestire il naturale ripopolamento degli animali.

Con tutto quello che è successo dal marzo del 2020, forse il Presidente del Parco, il Gen. Antonio Ricciardi, sperava che l’opinione pubblica si dimenticasse della questione e magari confidava che passasse inosservato l’epilogo a cui si è arrivati.

Il giornalista Piero Vigorelli, però, ha tenuto la situazione sotto controllo e, ora che sono usciti bandi per l’esecuzione del famigerato Piano Gestionale di controllo del daino nella foresta demaniale, è pronto a riprendere la battaglia.

Pare proprio che Il parco del Circeo non mantenga gli impegni presi, anzi mandi i daini a morte sicura, come denuncia anche OIPA, E’ quindi tornato il momento di puntare di nuovo i fari sulla questione e riprendere le denunce e proteste.

Ne riparliamo dunque con Piero Vigorelli che ci illustra in cosa consistono gli infami bandi e la sua proposta per ridurre la popolazione dei daini senza ucciderli e per limitarne le nascite.

PIERO VIGORELLI ILLUSTRA GLI INFAMI BANDI

I fucili riposino in pace, negli armadietti blindati per la custodia delle armi.

Milano, 16/02/2021 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *