STAGE PORCIKOMODI 2020… SI FA!

Pur con modalità di accesso riviste, a causa dell’emergenza sanitaria, lo stage Porcikomodi si farà anche nel 2020. I contenuti rimangono i medesimi, ciò che cambia sarà la modalità di fruizione che avverrà in parte in presenza e in parte online.

A tirare le fila è, come sempre, Sara D’Angelo di Vitadacani Onlus nonché referente della Rete Santuari Animali Liberi.

Lo stage è già arrivato alla quinta edizione ed è diventato il più atteso dagli attivisti. Rappresenta un’esperienza intensa e formativa sia dal punto di vista pratico che sotto il profilo teorico e l’ambizioso obiettivo è incentivare la nascita e la crescita di strutture che accolgano gli animali salvati dall’industria della carne. Perchè per fortuna, sono sempre di più quelli tra loro che riescono a salvarsi, per pura casualità, o per un incontro fortunato o a seguito di trattative estenuanti di enti o attivisti. Anche i Santuari, per tanto, devono necessariamente, crescere e moltiplicarsi.

Anche quest’anno lo stage si rivolge a persone e/o attivisti dinamici e intraprendenti, interessati ad approfondire le tematiche proposte perché volontari in altre strutture o perché animati dalla prospettiva o dal desiderio di aprire in futuro una struttura per accogliere animali salvati dalla fine crudele che tutti conosciamo.

FORMAZIONE TEORICA – dal 27 agosto al 5 settembre.

L’attività di formazione teorica sarà articolata in moduli con lezioni online. Le docenze verranno gestite da attivisti di vitadacani per quanto attiene il contesto, gli aspetti amministrativi, gestionali, strategici, di raccolta fondi, nonché l’apparato normativo dei Santuari. L’ambito veterinario sarà affrontato da diversi medici-veterinari esperti nelle varie specie che un Santuario può ospitare, mentre l’aspetto etologico sarà affrontato dalla professionista che opera nella struttura e collabora ai progetti di vitadacani in ambito etologico e di riabilitazione comportamentale.

FORMAZIONE PRATICA – dal 10 al 13 settembre.

La pratica si terrà presso il Santuario Porcikomodi di Magnago dove attualmente vivono più di 200 tra maiali, cinghiali, capre, pecore, asini, pony, mucche, tori, volatili e animali da cortile.

Quotidianamente i partecipanti verranno suddivisi in gruppi di lavoro che seguiranno operatori e tutor nello svolgimento delle mansioni relative ai principali ambiti di intervento, ovvero lo svolgimento di attività di accudimento, pulizia, somministrazione del cibo, di interventi di manutenzione delle strutture e dei ricoveri e realizzazione di manufatti ed espedienti di arricchimento ambientale e alimentare. La suddivisione in gruppi permetterà un maggiore coinvolgimento nell’espletamento delle attività quotidiane e la conseguente ottimizzazione dell’apprendimento delle pratiche messe in atto.  La didattica verrà erogata con modalità di “learning by doing”.

Per tutti i dettagli consultare il sito VITADACANI Onlus QUI.

Milano, 01/08/2020 – GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *