MACACHI, NON VI ABBANDONIAMO!

Dopo la sentenza del Consiglio di Stato del 28 gennaio che sancisce la ripresa degli esperimenti sui macachi di Parma, il mondo animalista, ma non solo, si unisce per esprimere delusione, dissenso e rabbia.

Sono stati due anni di battaglia, che RadioVeg.it ha seguito, durante i quali è stato svelato al mondo cosa implica per i macachi questo studio, autorizzato all’Università di Torino e finanziato con fondi europei.

Due anni durante i quali numerosi esperti scientifici e legali hanno sostenuto la richiesta LAV affinché si sospendessero gli esperimenti e si liberassero gli animali.

Due anni di che hanno visto per ben due volte la sospensione, da parte del Consiglio di Stato, dello studio “Light-up”, perché non era stata sufficientemente argomentata la impossibilità di ricorrere ad altri metodi, e che l’eventuale perdita dei fondi legati al progetto era secondario “rispetto alla cecità provocata in sei esseri senzienti, con indubbia sofferenza”.

Il video di Animalisti Italiani

Dopo questi due anni di battaglie, la sentenza ha colto tutti alla sprovvista.

Il senso di sconfitta è forte, ma a perdere non è stata solo la LAV e gli oltre 440’000 cittadini che si sono uniti alla richiesta di bloccare la sperimentazione, ma ha perso tutta la ricerca, ha perso l’Italia dove si continua a voler difendere una sperimentazione fuorviante, dispendiosa e ancorata al passato, a discapito del diritto e della vita di tutti e dei metodi innovativi di ricerca.

L’intenzione, però, non è certo quella di fermarsi. Ormai i riflettori su quanto avviene dietro le porte chiuse dei laboratori sono accesi e non si farà modo che non vengano spenti.

Le inizitive di protesta

Tanti gli appelli ricevuti da animalisti e non solo a sostegno di una ricerca cruelty free e tante le manifestazioni di protesta in programma.

Ecco le locandine con i dettagli e gli appelli degli organizzatori.

LAV: Non spegniamo la speranza #CIVEDIAMOLIBERI – Venerdì 5 febbraio per un sit-in, nel rispetto delle norme anti Covid, a Torino, via Sant’Ottavio angolo Via Verdi, davanti a Palazzo Nuovo dell’Università e a Parma, Piazza Garibaldi: dalle 18 alle 19 vi aspettiamo per una protesta pacifica, silenziosa ma ferma, ognuno con una candela accesa.

Gli appelli degli organizzatori
INIZIATIVA CERIELLO P.A.I. – ROMA
INIZIATIVA RIZZI E P.A.E. – PARMA
INIZIATIVA
Coordinamento Animalista, Origine Animale, meta ed avi. – TORINO
In distribuzione durante le proteste a Torino e Milano
INIZIATIVA META – MILANO
Sabato 6 febbraio – Ore 15,00
Flash mob contro l’esperimento “LIGHT-UP” sui macachi
Piazza Santa Maria Novella – FIRENZE
Il boicottaggio degli studenti

COMUNICAZIONE IMPORTANTE DA PARTE DEL COORDINAMENTO ANIMALISTA.

Domenica si avvicina, visto l’alto numero di partecipanti è opportuno spiegare come sarà strutturata la manifestazione.

Il presidio è organizzato da 4 associazioni, ma è importante che passi il messaggio che è APERTO A TUTTI. Non è un presidio “di” qualcuno, è un presidio PER qualcuno, gli animali rinchiusi negli stabulari. Speriamo che ognuno di voi lo senta anche un po’ “suo” e che contribuisca alla buona riuscita della manifestazione.

– TV POINT: in uno dei punti di maggiore passaggio di persone saranno utilizzati 3 schermi in cui verranno proiettati filmati degli stabulari di vivisezione. Non soltanto riguardo i macachi, prenderemo in considerazione tutte le vittime di questa barbara pratica.

– INFO POINT: abbiamo creato volantini esplicativi sul perché ci troveremo domenica in piazza, saranno a disposizione di tutti gli attivisti che vorranno dedicarsi al volantinaggio informativo verso i passanti.

– SPAZIO MICROFONI: al centro del presidio ci sarà l’impianto audio con microfono. È aperto a tutti, singoli attivisti, responsabili di associazioni, cittadini. Per motivi organizzativi e per garantire che tutti coloro che lo desiderano possano avere spazio, chiederemo di prenotarsi presso di noi in modo da stilare una scaletta. Chi è già intenzionato a parlare, ce lo comunichi in privato in modo da inserirlo già da ora.

IMPORTANTE: chiediamo che le comunicazioni su CARTELLONI, STRISCIONI, BANDIERE siano inerenti al tema trattato al presidio. Siete tutti invitati a portare ogni tipo di manifesto contro la vivisezione, loghi e bandiere delle vostre associazioni, rendiamo il presidio colorato e vivo! Ci vediamo in piazza!

Gli appuntamenti di Massimo Vacchetta

Massimo Vacchetta – Centro recupero ricci “La Ninna”

Sempre in prima linea, Massimo Vacchetta del Centro Recupero Ricci “La Ninna” invita a una serie di appuntamenti.

MAIL BOMBING!!

“Vi invito a mandare tantissime email di protesta. Bombardiamoli di email e telefonate!!Non preoccupatevi, questo è solo l’inizio. Abbiamo pochi giorni prima che inizino a seviziare quelle povere bestie. Forza!

🔶INDIRIZZI MAIL A CUI MANDARE IL TESTO QUI SOTTO:

👉 Ministero della Salute, On. Roberto Speranza
segreteriaministro@sanita.it

👉Ugo Santucci, direttore dell’ufficio Tutela del benessere animale, igiene zootecnica e igiene urbana veterinaria del Ministero della Salute:
u.santucci@sanita.it

👉Giovanni Botta, protezione degli animali nella sperimentazione dell’ufficio sei del Ministero della Salute:
g.botta@sanita.it

👉Marco Tamietto, Professore ordinario, dipartimento di Psicologia, università di Torino:
marco.tamietto@unito.it

👉Stefano Geuna, rettore Università di Torino: stefano.geuna@unito.it

👉Alberto Piazza, presidente del comitato bioetica dell’università di Torino: alberto.piazza@unito.it

👉Stefania Conti, direttrice dipartimento di medicina e chirurgia:
stefania.conti@unipr.it

👉Bonini Luca, Dipartimento di Medicina e Chirurgia, università di Parma: luca.bonini@unipr.it

👉Dipartimenti di psicologia dell’università di Parma
direzione.psicologia@unito.it

👉Paolo Andrei, Rettore dell’università di Parma
paolo.andrei@unipr.it

👉Federico Pizzarotti, sindaco di Parma
federicopizzarotti@gmail.com

👉Sul sito www.quirinale.it c’è il form per scrivere al Presidente della Repubblica.

Per facilitarvi qui di seguito, uno dopo l’altro gli indirizzi a cui mandare la mail – basta fare copia e incolla:


segreteriaministro@sanita.it; u.santucci@sanita.it; g.botta@sanita.it; marco.tamietto@unito.it; stefano.geuna@unito.it; alberto.piazza@unito.it; stefania.conti@unipr.it; luca.bonini@unipr.it; direzione.psicologia@unito.it; paolo.andrei@unipr.it; federicopizzarotti@gmail.com;


🔸TESTO da INSERIRE🔸

▪️CHIEDIAMO di SOSPENDERE immediatamente la SPERIMENTAZIONE sui MACACHI!

▪️CONSEGNATE gli ANIMALI alle associazioni ANIMALISTE che si sono sono rese disponibili, saranno messi al SICURO in un CENTRO di RECUPERO!

▪️NO alla SPERIMENTAZIONE sui MACACHI dell’universita’ di TORINO e PARMA!

Milano, 03/02/2021- GC

2 pensieri riguardo “MACACHI, NON VI ABBANDONIAMO!

  • 4 Febbraio 2021 in 08:15
    Permalink

    Prenderci cura e preservare la vita di ogni specie o razza animale… è un dovere nostro per regalarci e regalare al mondo 🌎 intero la bellezza più pura l’amore ♥️ e la gioia che solo la specie animale riesce donare a tutti noi così detti “umani” …. rispetto riconoscenza e AMORE..♥️ BASTA abusi maltrattamenti BASTA….!!!!!!

    Rispondi
  • 4 Febbraio 2021 in 19:57
    Permalink

    È una vera vergogna!!! Ho già firmato diverse volte in difesa di queste povere creature e il mio pensiero è questo: proponiamo a “scienziati”, giudici e quanti si dimostrano tanto insensibili di fare questa ricerca su di loro e sui loro figli!!!! Pensate che accetterebbero ????
    Questi poveri macachi sono esseri viventi che meritano di vivere la loro unica vita nel migliore dei modi e nel loro ambiente.
    Chi ci dà questo diritto di torturarli? VERGOGNA!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *