REPLICA DI ANIMAL EQUALITY ALLE ACCUSE DI ALCUNI DEPUTATI

Non c’è niente da fare, la verità spesso fa paura e le inchieste di Animal Equality fanno tremare.

A seguito del mini-documentario pubblicato da Animal Equality, oggetto di un nostro articolo, sulle pessime condizione igienico sanitarie in cui si trovano le bufale in alcuni allevamenti, prodotto grazie alle immagini di Four Paws  e dalle numerose ispezioni fatte da Paolo Bernini, ex parlamentare tra il 2013 e il 2018, il consigliere M5S della Regione Campania Michele Cammarano, e alcuni deputati M5S della Commissione agricoltura alla Camera si sono scagliati contro Animal Equality accusandoli di generalizzare e danneggiare un comparto “sano” e “senza eguali”. 

La replica di Matteo Cupi non ha tardato ad arrivare con tutte le doverose precisazioni per difendere il lavoro dei “suoi” investigatori che lavorano da anni non solo per tutelare gli animali, ma anche per fare in modo che la comunicazione sia sempre trasparente, corretta e rigorosa nei confronti dei cittadini.

Le immagini e i video degli investigatori non raccontano della realtà edulcorata che passa attraverso le immagini pubblicitarie, ma mostrano quello che c’è dietro alle lenti delle macchine fotografiche e delle telecamere. Sono importanti e tracciabili immagini e filmati, che sono, peraltro a disposizione delle autorità competenti. 

I deputati della Commissione agricoltura hanno articolato le loro accuse e perplessità in vari punti ai quali Matteo Cupi, portavoce dell’associazione, ha deciso di rispondere uno ad uno.

Milano, 07/11/2019 GC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *