IL VALORE DELLA BIODIVERSITÀ

Il temine biodiversità nasce nel 1985 per indicare la diversità biologica tra le specie di organismi viventi, che popolano il pianeta terra, nelle loro varie forme e rispettivi ecosistemi.

Lo sguardo di un bellissimo leopardo delle nevi – Pixabay

La sua esistenza è di fondamentale e primaria importanza per la nostra sopravvivenza in quanto garantisce cibo, acqua pulita, risorse, ripari sicuri… Tuttavia, la presenza dell’uomo e la sua evoluzione, ha fatto vacillare il suo fragilissimo equilibrio; distruggendo foreste, inquinato acque, sfruttando gli oceani e creando una vera e propria emergenza climatica.

Uno degli ultimi rinoceronti di Java

Il sito Greenme.it ha pubblicato una classifica delle 10 specie animali a rischio estinzione come conseguenze alle attività dell’uomo:

  • Rinoceronte di Java. Si stima che vi siano soltanto tra i 58 e i 68 individui viventi nel Mondo.
  • La Vaquita è il mammifero marino più minacciato del Pianeta, ne rimangono infatti soltanto 19 esemplari.
  • Nel mondo vi sono attualmente poco più di mille gorilla di montagna
  • Le tigri sono passate negli ultimi anni da più di 100.000 esemplari a meno di 4.000.
  • Gli elefanti asiatici sono una specie in pericolo dal 1986. Purtroppo ne rimangono meno di 50.000 in natura.
  • Uno dei primati più a rischio nel mondo, l’orango è considerata una specie in pericolo già dal 2000.
  • La tartaruga liuto, la tartaruga dalla schiena di pelle, è un esemplare gigante che sta subendo un declino notevole.
  • Leopardo delle Nevi, si stima che gli esemplari nel mondo siano ad oggi tra i 4,080 e i 6,590.
  • Orcella asiatica. Secondo alcune stime esisterebbero circa 100 esemplari di questo delfino nel Sud Asia.
  • Tonno rosso. Una delle specie simbolo del Mar Mediterraneo è a rischio estinzione a causa della pesca estensiva.

Per quanto la natura e il nostro pianeta abbiano la capacità di adattarsi e resistere ai cambiamenti, resta sostanziale rivedere il nostro modo di vivere.

Quali sono le abitudini basilari da adottare nel nostro quotidiano per aiutare il nostro pianeta? Ve ne elenco solo qualcuno…

  • Non acquisto quello che non mi serve. No al superfluo;
  • Non getto rifiuti per strada e non sporco parchi, boschi, fiumi, laghi, mari;
  • Non utilizzo borse di plastica per la spesa ma uso sportine di tessuto, lavabili e riutilizzabili;
  • Utilizzo prodotti per la casa che rispettano l’ambiente e non inquinano;
  • Riduco il consumo di acqua potabile;
  • Scelgo cosmetici biologici e non testati sugli animali;
  • Utilizzo indumenti cruelty free e fibre naturali;
  • Riduco il consumo di carta e cartone e NO alla plastica;
  • Acquisto solo cibo a km 0;
  • Non mangio animali né derivati;

Sono solo alcuni piccoli accorgimenti di buona creanza ed educazione comportamentale, ma tantissimo dipende dalla nostra conoscenza, dalle nostre scelte e dalla nostra volontà.

L’uomo è un animale addomesticato che per secoli ha comandato sugli altri animali con la frode, la violenza e la crudeltà.

CHARLIE CHAPLIN

AqvaVera – RV Nov 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *